Curiosità Modenesi | La Madonna è la vera protettrice di Modena

Una storia che unisce leggende, arte e rivoluzioni, e che racconta una narrazione delle credenze modenesi diversa da quanto abbiamo sempre pensato

Forse a qualche anziano modenese questa affermazione, "la Madonna è la vera protettrice di Modena", non sarà ben comprensibile, e ribadirà che "il vero protettore della città è San Geminiano". In realtà, una cosa non esclude l'altra, tuttavia esiste a Modena una tradizione sul ruolo fondamentale della Madonna che è davvero difficile trovare in altre, ma che purtroppo la tradizione ha un po' dimenticato. Per iniziare questo viaggio vi invito ad andare in piazza Grande e guardare quale statua si trova sul balcone di Sandrone. 

Come ricorderete bene è una statua enorme della Madonna che si trova sotto la torre dell'orologio, eppure quella è solo una copia di una statua che è stata per secoli e secoli il simbolo della città, ovvero la statua della Madonna del Begarelli. Questo artista e scultore modenese, vissuto nel Cinquecento, tra le prime opere giovanili creò negli anni '20 questa enorme statua di terracotta, che rappresenta la Madonna con il bambin Gesù, ispirandosi agli stili di Correggio e Raffaello. La statua fu posta sotto la torre dell'orologio a protezione della città. 

Tuttavia, con la rivoluzione francese, fu fatto divieto esporre immagini sacre in luoghi pubblici, e così in ottemperanza a tale normativa, fu smantellata, fatta a pezzi e ricoverata da prima presso l'Accademia Venturi, e poi nella chiesa del Voto ed infine è stata conservata, fino ai giorni d'oggi, al Museo Civico di Modena in largo Sant'Agostino. Una statua che ha protetto e rappresentato Modena, la città devota alla Madonna. E se vogliamo fare un viaggio con la fantasia, pensate che a Reggio Calabria in un quartiere chiamato Modena, la chiesa principale è il Santuario della Maria Santissima di Modena. Forse una coincidenza o forse qualcosa di più.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Indagine sui prezzi nei supermercati: Esselunga e Coop si dividono la spesa online

  • Secchia e Panaro in piena, i ponti restano chiusi. Si contano i danni per gli allagamenti

  • Si cappotta con l'auto lungo la Circondariale, muore un giovane a Fiorano

  • Niente comizio in centro per Salvini. E le "sardine" si spostano in Piazza Grande

  • Il Panaro raggiunge livelli ciritici, chiude via Emilia. La situazione della viabilità

  • L'acqua filtra nelle cisterne, automobilisti in panne al distributore

Torna su
ModenaToday è in caricamento