"Statua per Francesco", prende forma a Fanano la scultura per i Giardini Vaticani

Partono sabato mattina, presso il cortile della Canonica in via Abà a Fanano, i lavori per la realizazione dell'opera d'arte curata dall'artista tedesco Marc Bertram. La scultura verrà regalata al Pontefice entro il mese di ottobre

"La preghiera", opera di Bertram del 2001

Il tedesco Marc Bertram, vincitore del concorso con la scultura "Nicht Fallen" (trad. Non Cadere), inizierà i lavori con la benedizione di Don Michele Felice, parroco di Fanano. Lo scultore, arrivato oggi a Fanano, soggiornerà nel comune dell'Appennino Modenese fino al 18 settembre, quando si concluderanno i lavori sulla statua che, entro ottobre 2016, verrà regalata a Papa Francesco per i Giardini Vaticani. La Statua di Bertram ha vinto la concorrenza di 11 artisti provenienti da diverse parti di Italia e del Mondo (Argentina, Russia, Svizzera).

Fanano è da sempre la “Città della Pietra Scolpita” e per stimolare ancora di più le coscienze in vista del Simposio Internazionale di Scultura su Pietra del 2017, ovviamente qui in Appennino, il Comune di Fanano e l’Associazione USSP (Urban Stone Sculpture Park) hanno indetto un concorso per donare un pezzo unico al Papa. Il bando di concorso è stato ad invito tra i migliori scultori al Mondo e hanno risposto 14 artisti, provenienti da 6 diverse nazioni: Argentina, Germania, Italia, Romania, Russia e Svizzera.

Il vincitore è stato selezionato da una giuria tecnica composta da Monsignor Erio Castellucci, Vescovo di Modena, Monsignor Francesco Cavina, Vescovo di Carpi, il Sindaco di Fanano Stefano Muzzarelli, il Presidente dell’ APT Fanano Marco Morini, il Presidente di USSP Francesco Prandini, Pier Giorgio Balocchi , titolare di cattedra alla Accademia di Carrara, Claudia Collina, Responsabile Arte Contemporanea IBC Emilia Romagna, Antonio Farnè, Giornalista Rai e Presidente Ordine dei Giornalisti Emilia Romagna e l'artista Marco Fornaciari. Il voto della giuria tecnica si è poi unito con quello della giuria popolare, dando un esito unitario. LA VINCITRICE Nicht_Fallen 2016-2

Il vincitore è risultato, appunto, Marc Bertram, tedesco di Hildesheim, paese che ha dato i natali anche a San Gottardo ed Oskar Schindler, salvatore di migliaia di ebrei durante l’olocausto. Bertram è uno scultore di fama mondiale che ha già partecipato a Simposi di Scultura in Belgio, Bosnia, Germania, Korea, Italia, Israele, Spagna ed Ungheria. E’ sua anche la scultura monumentale “La Preghiera” (Giubileo del 2000) che, dal Simposio di Fanano 2001, si trova all'ingresso di Vignola. L’opera vincente è denominata “Nicht Fallen” (trad. Non Cadere). 

Bertram spiega così la sua opera, citando l’Inno Nazionale Tedesco: “Non si può cadere più in basso che nelle mani del Signore che Egli tende a chiunque per Sua Misericordia”. Due mani, infatti, come se si aiutassero a vicenda, compongono l’opera di Marc Bertram che sarà realizzata a Fanano da sabato 27 agosto fino al 18 settembre. “Misericordia può anche significare tendere la mano a colui che è in cerca d’aiuto - continua l'autore- . Tramite la mia scultura cerco di rendere questo aspetto formando una apparenza di tensione fra le due mani, come una grotta che offre sicurezza, oppure si può anche vedere l’interno di una nave che lascia filtrare tra le sue fessure raggi di luce come barlumi di speranza. Considerando l’attuale situazione mondiale dedico questa scultura agli aiutanti di terra e di mare nei confronti dei profughi in cerca d’aiuto e a tutti coloro ai quali, purtroppo, l’aiuto non è arrivato in tempo”. La statua sarà realizzata in Pietra Arenaria di Fanano e avrà un’altezza di 2 metri per una larghezza, tra basamento e opera, di 1 metro e 50 cm.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Livelli dei fiumi in crescita e strade allagate. Chiusi ponti e sottopassi

  • Tortellini e gnocco fritto nel cuore della City, "Bottega Modena" sbarca a Londra

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Salvini arriva a Modena, Anche sotto la Ghirlandina scatta la mobilitazione delle "sardine"

  • Rubati i dati di 3 milioni di clienti Unicredit, preoccupazione anche Modena

  • "Buonasera, io sarei ricercato", ladro ventenne si presenta in caserma con la madre

Torna su
ModenaToday è in caricamento