Non solo Filosofia, a Modena torna il Festival della Cultura tecnica

Sabato 19 ottobre al via la seconda edizione con oltre trenta eventi in scuole, aziende, laboratori e centri di ricerca.

Il Festival della Cultura tecnica torna protagonista dell’autunno modenese con un nuovo e più ricco cartellone di appuntamenti, confermandosi piattaforma di riferimento per la valorizzazione della tecnica e della scienza come competenze di cittadinanza. Nata nel 2014 su iniziativa della Città metropolitana di Bologna, dal 2018 la rassegna si è diffusa sull’intero territorio regionale, arrivando a proporre in due mesi oltre 700 appuntamenti e coinvolgendo centinaia di partner, tra imprese e istituzioni, scuole e associazioni. Il primo appuntamento in provincia di Modena si è svolto sabato 19 ottobre, presso la TEC Eurolab srl con sede a Campogalliano, che ha aperto le porte del proprio centro di competenze tecniche e laboratori di prova per far scoprire le più avanzate strumentazioni e le tipologie di controllo che vengono effettuate in azienda. La kermesse si concluderà martedì 17 dicembre all’Istituto di Istruzione Superiore “Venturi”, dove gli studenti presenteranno i laboratori proposti dalla scuola – tra tecnologia, creatività, fotografia, computergrafica – ai ragazzi più giovani, con l’obiettivo di orientarli nelle scelte future. Sono oltre trenta gli appuntamenti che fanno parte del programma di questa seconda edizione del Festival per la provincia di Modena.

Articolato in laboratori per bambini e bambine, ragazzi e ragazze, percorsi per insegnanti, open day aziendali, dibattiti tra operatori, presentazioni di progetti, inaugurazioni, il Festival si propone di presentare al pubblico tutti i canali e gli indirizzi dell’istruzione e della formazione tecnica e professionale, oltre che di promuovere una maggiore consapevolezza delle connessioni tra il fare e il pensare e l’importanza della tecnica e della scienza nella quotidianità.

Hanno aderito al Festival della Cultura tecnica partner istituzionali, associazioni culturali, rappresentanti di categoria, imprese, scuole e centri di ricerca: il Comune di Modena, capofila del progetto, la Provincia di Modena, il Comune di Fiorano Modenese, la Camera di Commercio di Modena, Ial Emilia-Romagna, Fondazione San Filippo Neri, Cna Modena, Democenter, Mak-ER (la Rete della manifattura digitale in Emilia-Romagna), Interreg Central Europe, General Networking, Make It, Lumen, A.I.D.A., TEC Eurolab, ANMIG, IIS Elsa Morante, Spazio LEO - Istituto comprensivo 3, Iss Adolfo Venturi, Iss Ferrari, Its Biomedicale - Nuove tecnologie della vita, TPM - Tecnopolo Mario Veronesi, associazione Lumen. Il progetto è realizzato in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna e fa parte delle “Operazioni orientative per il successo formativo” PO FSE 2014/2020 - Rif. PA 2018-10697/RER approvato con DGR 2142 del 10/12/2018 cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo.

Modena, nel mese di ottobre, è stata teatro di una serie di iniziative di pre-festival, che hanno coinvolto: la Fondazione Democenter-Sipe – dove si è svolto il CAMP 1 di “Innopeer AVM Strategy”, pensato per imprenditori e manager che vogliono rendere la propria impresa 4.0 e inserirla in una value chain internazionale innovativa –; la Scuola Cavour, dove è stato illustrato un nuovo progetto sperimentale di contrasto alle ludopatie che coinvolgerà gli studenti; ITS Maker che ha messo in scena al Teatro San Carlo uno spettacolo per presentare ai diplomati la propria offerta formativa.

Tutto il territorio provinciale ospiterà almeno uno degli appuntamenti del Festival. A Spezzano di Fiorano Modenese, nella sede di Casa Corsini (via Statale, 83), sono in programma diversi appuntamenti: “Conosciamo Linux” il 21 ottobre; laboratori di STEAM Education (il martedì e il giovedì pomeriggio) e la visita al FabLab con diverse strumentazioni tra cui la stampa 3D (tutti i mercoledì sera). A Pavullo, presso la Casa per Anziani “Francesco e Chiara”, il 9 novembre la cooperativa sociale AIDA onlus presenterà le opportunità offerte dall’informatica per le persone con disabilità. A Mirandola, presso il TPM “Mario Veronesi” della Fondazione Democenter-Sipe (via 29 Maggio, 6), il 15 novembre si svolgerà l’evento “Come nasce l’innovazione nel biomedicale: un percorso all’interno dell’innovazione”, riservato agli studenti, ai dirigenti scolastici, agli insegnanti e agli studenti universitari. A Maranello, il 13 novembre e l’11 dicembre presso l’IIS Ferrari (via A. Ferrari, 2) sarà presentato il progetto prototipazione e innovazione tecnologice dedicato alla mobilità sostenibile su strada. A Sassuolo, il 30 novembre l’IIS Elsa Morante (via F. Semi, 16) propone “Seguici per la città”: gli alunni diventeranno guide turistiche per un giorno e accompagneranno i partecipanti alla scoperta dei luoghi e monumenti più importanti della città.

A Modena, il 26 ottobre, presso il Dipartimento di scienze fisiche, informatiche e matematiche dell’Università di Modena e Reggio Emilia (via Araldi, 83) si “celebrerà” il Linuxday 2019 dedicato alla promozione del sistema operativo open source con esperti e attraverso laboratori rivolti a tutta la città. All’IIS Fermo Corni (via Leonardo da Vinci, 300) il 29 ottobre e mercoledì 6 novembre sarà la volta di “Tecnologia e metodi dei software CRM in cloud” rivolto a insegnanti e studenti.

Presso il Markers Modena Fab Lab (str Attiraglio, 5) il 5 novembre verrà presentato il STEAM che si propone di sviluppare competenze attraverso l’integrazione di diverse aree disciplinari, superando la separazione tra discipline tecnico-scientifiche e umanistiche, tra sapere teorico e capacità pratiche. Il 12 e il 20 novembre all’IIS Fermo Corni e GN srl presenteranno a studenti e docenti gli strumenti di analisi utilizzati per il web.

La Fondazione Democenter-Tecnopolo di Modena (via P. Vivarelli, 2) propone diversi appuntamenti: 12 novembre il seminario “Industrial Internet of things e gestione dei big data”; 20 novembre “Vibrazioni: tecniche di misura e analisi sperimentali”; 21 novembre “Metodologie per analisi. Dinamica di sistemi meccanici: SW Multibody”; 22 novembre “Dal Data assessment aziendale alla costruzione di una digital strategy”; il 4 o il 5 dicembre (la data precisa sarà comunicata sul sito) il Camp 5 “Innopeer AVM”.

A.N.M.I.G., Associazione Nazionale fra Mutilati ed Invalidi di guerra, apre i propri locali (viale Muratori, 201) il 27 novembre e mercoledì 4 dicembre per presentare la gestione informatica dei dati del proprio archivio “Tecnologia per una memoria consapevole”. Giovedì 28 novembre, LEO dell’Istituto comprensivo 3 (via Mattarella, 145) ha in programma laboratori di robotica, cineweb, tv, agrifood come preparazione alla scuola e ai lavori di “domani”.

Il programma aggiornato e le indicazioni su come partecipare ai singoli eventi sono consultabili sul sito web er.festivalculturatecnica.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Secchia e Panaro in piena, i ponti restano chiusi. Si contano i danni per gli allagamenti

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Tortellini e gnocco fritto nel cuore della City, "Bottega Modena" sbarca a Londra

  • Niente comizio in centro per Salvini. E le "sardine" si spostano in Piazza Grande

  • Salvini arriva a Modena, Anche sotto la Ghirlandina scatta la mobilitazione delle "sardine"

  • L'acqua filtra nelle cisterne, automobilisti in panne al distributore

Torna su
ModenaToday è in caricamento