Folklore Modenese | Perché le rezdore si chiamano così

Se oggi la rezdora è una donna che trasmette la cultura culinaria modenese, fino a pochi decenni fa il termine era legato ad una figura di grande potere

Per un modenese la rezdora è la parola che da un lato descrive tanto semplicemente, ma dall'altro con tanto fascina, le madri e le nonne che in casa portano avanti la tradizione modenese che è prima di tutto legata al cibo. In effetti, però, originariamente il nome rezdora ha quasi una connotazione militare e si riferisce al fatto che queste donne erano le padrone di casa e di fatto di rezdora in ogni casa ve ne era una sola.

Infatti, dal dizionario dialettale modenese si apprende che la parola rezdora è solo l'ultima versione di una parola che prima era detta "resdora", ovvero una parola composta da due parti, di cui una è quella principale ovvero "res". La parola è legata direttamente al concetto latino di "rex" ovvero re o regnante, ma che più in generale connota chi comanda, infatti da quella parola ne deriva quella italiana di "reggente", ovvero colui che dirigente e comanda.

La rezdora era a tutti gli effetti una reggente, cioè una donna che comandava la casa, e se oggi le famiglie sono composte per lo più da due o tre individui, all'epoca si parla di decine di persone, a volte anche trenta o quaranta, all'interno dello stesso nucleo familiare. Infatti, all'epoca per via della necessità di manodopera agricola più le famiglie erano numerose e più terreni sarebbero state capaci di coltivare, specialmente in quanto all'epoca era molto diffusa la mezzadria, cioè la concessione da parte del latifondista ad una famiglia della lavorazione dei terreni in cambio di metà del raccolto. 

Con il passare del tempo e con la distintegrazione delle famiglie numerose a favore di quelle più piccole di oggi, il termine rezdora ha perso il suo connotato gerarico e ha mantenuto quello più folkloristico. Oggi infatti la rezdora più una persona detentrice di un sapere antico che trasmette attraverso la cultura e l'arte del cucinare e del raccontare attraverso quella sua ancestrale artigianalità la storia e la tradizione modenese. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pota gli alberi accanto alla linea elettrica fingendosi un addetto Hera e intasca 1.300 euro

  • Droga letale, un altro ragazzo muore per overdose in zona Sacca

  • Chirurgia protesica del ginocchio, importante premio per il sassolese Francesco Fiacchi

  • Un giro di spaccio dietro la "copertura" di un autolavaggio. Sequestrato anche un mitra da guerra

  • Locale sovraffollato, denunciati i gestori e sequestrato l'Oltrecafè

  • Blitz nell'ex ristorante La Fazenda, era diventato un rifugio per clandestini

Torna su
ModenaToday è in caricamento