La Panini ingaggia Spiderman contro il bullismo

Spider-Man passa da super-eroe a super-esempio per i giovani, che ha vissuto in prima persona atti di bullismo al liceo. Un progetto, quello di Panini, che parte dalla creatività del fumetto per incidere sulla vita dei giovani

Un'iniziativa culturale ed educativa molto importante quella portata avanti dalla Panini S.p.A. insieme all’associazione MaBasta! per contrastare il bullismo grazie al fumetto. Per farlo è stato scelto come simbolo Spider-Man, vittima di molestie da parte dei suoi coetanei fin dagli inizi della sua lunga carriera fumettistica e cinematografica, in occasione dell'uscita nelle sale di Spider-Man: Homecoming, che racconterà le origini del personaggio ma si concentra sugli anni del liceo di Peter Parker, già attivo come Spider-Man.

Spider-Man: Homecoming, al cinema il 6 luglio distribuito da Warner Bros. Entertainment Italia, è diretto da Jon Watts, nel cast oltre a Tom Holland, Marisa Tomei, Michael Keaton, Robert Downey Jr, Zendaya e Laura Harrier. Il film non racconta le origini , per questo ha naturalmente offerto a Panini Comics e a MaBasta un’importante occasione di sensibilizzazione contro il bullismo. E alla fine del fumetto si trova inoltre un articolo di presentazione del movimento MaBasta! (“Movimento Anti Bullismo Animato da STudenti Adolescenti”) e una pagina informativa con i riferimenti da contattare in caso si venga a conoscenza di atti di bullismo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 Marco M. Lupoi, direttore Publishing del gruppo Panini, ha così commentato l’operazione: “Ho sempre pensato, forse per tutti i fumetti che ho letto, che più che lamentarsi di “come vanno le cose”, quello che occorre fare individualmente è chiedersi “cosa posso fare concretamente per cambiare il mondo”. Mi piace vedere ragazzi come quelli dell’Associazione MaBasta! che sono tutti nella fascia d’età di Peter Parker delle origini, che prendono questo concetto a cuore e scendono in campo direttamente, con la forza delle loro idee e del loro coraggio. Alla fine essere super eroi è anche questo!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento scontro sulla Tangenziale di Vignola, deceduta una automobilista

  • "I caporali fuori dalla Coop", protesta davanti al supermercato di Formigine

  • Apre il Drive-in di Maranello, domani la prima proiezione

  • Si presenta al Pronto Soccorso dopo una lite, ma porta con sè la cocaina. Arrestato

  • Precipita nel vuoto durante un'escursione, muore un 63enne modenese

  • Andrea Dovizioso operato durante la notte al Policlinico di Modena dopo una caduta

Torna su
ModenaToday è in caricamento