Sviluppo sostenibile, ad una studentessa Unimore il Premio Socialis 2019

Il Premio Socialis 2019 per tesi di laurea sulla CSR e lo sviluppo sostenibile è stato assegnato a Federica Piccolo, del Corso di laurea magistrale in Ingegneria per la Sostenibilità Ambientale presso l'Università di Modena e Reggio-Emilia, che ha presentato la tesi dal titolo “Biochar: Valorizzazione nei geopolimeri" (Relatore: Prof.ssa Isabella Lancellotti). Il progetto analizza il processo di realizzazione di materiali edilizi eco-sostenibili, il quali potrebbe rappresentare una possibilità di riduzione dell'inquinamento in aria, oltre che una migliore gestione dei materiali di scarto.

La cerimonia si è svolta a Roma al MACRO Asilo – Main sponsor ACEA – con il patrocinio di Ministero dell’Ambiente, Tutela del Territorio e Mare; Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali; Roma Capitale; Commissione europea – Rappresentanza in Italia; ACRI; ADI – Associazione per il Disegno Industriale; AIDP – Lazio; Anima Impresa; Anima per il Sociale; Assifero; ASSOSEF – Associazione Europea Sostenibilità e Servizi Finanziari; ASviS – Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile; CITTADELLARTE – Fondazione Pistoletto Onlus; Fondazione Moleskine; Fondazione PRIORITALIA; RAI – Responsabilità sociale.

Il Premio Socialis è un’occasione concreta per giovani talenti – spiega Roberto Orsi, Presidente di Errepi Comunicazione e Direttore dell’Osservatorio Socialis - che possono portare il loro contributo ad un nuovo modo di intendere il lavoro, dove l’attività di CSR sarà  sempre più integrata nella gestione aziendale”.

Nel corso dell'evento è stato lanciato il CSR Check: un marchio di responsabilità sociale – secondo 6 nuovi macro-indicatori – emesso dall’Osservatorio Socialis, il cantiere di promozione della CSR con sede a Roma, per far riconoscere il valore e la ricaduta delle azioni di aziende e organizzazioni: esigenza segnalata dal 52% delle imprese italiane intervistate (VIII Rapporto sull’impegno sociale delle aziende in Italia, Osservatorio Socialis/Istituto Ixè, 2018).

Il Premio Socialis è il primo riconoscimento in Italia a valorizzare i laureati e futuri manager della Responsabilità sociale d’impresa, una specializzazione apprezzata oggi dal 75% delle aziende nazionali che dichiarano di investire in uno sviluppo responsabile (VIII Rapporto sull’impegno sociale delle aziende in Italia, Osservatorio Socialis/Istituto Ixè, 2018).

I DATI 2003-2019 DELLE TESI A CONCORSO

In 17 anni di premio sono pervenute 886 tesi di laurea da 72 atenei, per il 40% del Centro Italia, seguito dal 25% del Nord Est e dal 22% del Nord Ovest; per il 18% dal Sud e per il 5% dalle Isole.

Economia è la facoltà più rappresentata (45% delle tesi) insieme a Scienze sociali/Politiche (30%). Seguono Lettere e Filosofia (8%), Ingegneria (6%), Giurisprudenza (5%), Architettura (3%) e altre discipline (Scienze motorie, Scienze gastronomiche, Design, Statistica, Agraria, Scienze naturali, 3%).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina all'Eurospin, all'ospedale un dipendente colpito con un fucile

  • Tragedia al parco Amendola, si allontana dalla casa di riposo e annega nel lago

  • Fermata e denunciata per guida in stato di ebbrezza, chiama la sorella ma è alticcia pure lei

  • Al supermercarto con il contenitore per alimenti portato da casa, a Modena si sperimenta

  • Assalto armato al portavalori, guardie rapinate all'uscita del Grandemilia

  • Frontale fra auto e camion, 26enne muore sulla Panaria Bassa

Torna su
ModenaToday è in caricamento