La Dichiarazione dei Diritti umani compie 70 anni, le iniziative dell'associazionismo modenese

Associazioni, enti e istituzioni propongono un calendario di incontri, letture, spettacoli, fiaccolate, maratone e conferenze per parlare di umanità. Si parte venerdì 7 dicembre

Conferenze, maratone di letture, fiaccolate, incontri e spettacoli per riflettere sull’importanza della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, che compie 70 anni ma mai come oggi è di grande attualità. A lanciare il calendario di eventi, che prenderà il via sabato 7 e proseguirà fino al 22 dicembre, sono le associazioni ed istituzioni modenesi che si occupano di pace e diritti, da Tam Tam (Tavolo Associazioni Modena di Pace) fino al Comprensivo 10 (IC 10), che hanno costruito insieme un percorso di approfondimento e partecipazione per ribadire l’importanza di questa dichiarazione e la necessità di non darla per scontata, perché – come si legge nel preambolo – “il disconoscimento e il disprezzo dei diritti umani hanno portato ad atti di barbarie che offendono la coscienza dell'umanità”. Il programma completo è consultabile sul sito www.arcimodena.org. L’ingresso alle iniziative è libero e gratuito. 

Si parte venerdì 7 dicembre a Lo Spazio Nuovo di Modena con la cena a sostegno di Mediterranea Saving Humans,  piattaforma di realtà della società civile arrivata nel Mediterraneo centrale per documentare, raccontare e salvare vite dopo che alle ONG è stato reso difficile, se non impossibile, il lavoro. La serata prosegue alle 23 al Vibra Club con lo spettacolo di Davide Toffolo “Il cammino della Cumbia” (per info: associazioneideeincircolo@gmail.com). Domenica 9 dicembre alle 18.30, al Teatro Tempio di Modena, andrà in scena la lettura “Quel mattino a Lampedusa”, organizzata da Missio Modena e Caritas, curata dai giovani che hanno partecipato al campo estivo a Palermo e a Lampedusa per ricordare il naufragio del 3 ottobre 2013, in cui persero la vita 368 migranti. Sarà presente Vito Fiorino, il "pescatore di uomini" che per primo arrivò sul luogo della strage, dando l'allarme alla capitaneria di porto e riuscì a salvare parecchi naufraghi.

Lunedì 10, per la Giornata Mondiale dei Diritti Umani, doppio appuntamento: si parte alle 15.45 con l’inaugurazione dell’Edicola della Nonviolenza di fronte alle scuole G. Marconi e fiaccolata con gli alunni e i genitori del Comprensivo 10 fino al Parco XXII Aprile. Alle 21, alla Casa delle Culture di Modena, anteprima di “In che mondo vivremo?” con la conferenza “Guerra e pace, come disarmare le menti” con Hussain Shaban, vice rettore del AUNOHR di Beirut (Academic University for Nonviolence & Human Rights), il giornalista e scrittore Saad Kiwan e il sociologo Adel Jabbar. Coordina Anna Ferri di Arci Modena. L’incontro è curato da Arci Modena con il patrocinio del Comune di Modena, in collaborazione con la Casa delle Culture di Modena, l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia e Tam Tam di Pace. Martedì 11 arriva “Restiamo umani”: si parte alle 18 da piazza Roma con la fiaccolata che porterà a La Tenda di viale Molza dove andranno in scena letture, video, musica e testimonianze sui diritti umani. L’evento è organizzato da Tam Tam di Pace con il patrocinio del Comune di Modena.

Infine, dalle 8 di sabato 22 alle 13 di domenica 23 dicembre, si svolgerà la “Maratona dell’umanità: lettura collettiva dei nomi di 34.361 migranti morti nel Mediterraneo” per ridare dignità alle persone morte in mare e fermare l’emorragia di umanità che colpisce la nostra società. La maratona è promossa da Moxa, scuola di pallavolo Anderlini, Tam Tam di Pace, Forum del Terzo Settore, Centro Servizi per il Volontariato con il patrocinio del Comune di Modena (per info e adesioni: maratonaumanitariamodena@volontariamo.it). 

A Tam Tam di Pace, tavolo delle associazioni di pace di Modena, aderiscono Acli Modena, Alkemia, Anpi, Arci, Arci Solidarietà, Arci Servizio Civile, Ashai, Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, Associazione Donne nel Mondo, Associazione Interculturale Milad, Associazione Modena incontra Jenin, Porta Aperta, Associazione Tefa Colombia, Bambini nel deserto, Casa delle Culture, Casa per la Pace, Amnesty International, Associazione Casa per la Pace, Associazione Per la Pace, Donne in nero, Fiabm Gavci, Gruppo Studiare Studiare…, Movimento nonviolento – amici della nonoviolenza, Pax Christi Modena, Casa della Saggezza e Misericordia e Convivenza, Centro Siggillino, Città e Scuola, CGIL, CSI Modena, CSI volontariato, Comunità di Base Villaggio Artigiano, Emergency, GMI (Giovani Musulmani d’Italia), Gruppo Carcere Città, Gruppo Gambia, Istituto Comprensivo 10 (Presidio di Pace e Nonviolenza), Legambiente, MCE, Centro Milinda, Movimento dei Focolari, Overseas, Rete 1 Marzo, Rete degli studenti medi, “Terra, Pace e Libertà” di Sassuolo, UDU.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Giovane fermato per il rogo di Mirandola, un "fantasma" con diverse identità

  • Cronaca

    Travolto in via Respighi, muore un ciclista di 68 anni

  • Cronaca

    Pacchi bomba ai magistrati, anche un 23enne del circolo anarchico modenese in manette

  • Attualità

    Docente sospesa, anche a Modena la solidarietà del "Teacher's Pride"

I più letti della settimana

  • Travolti dopo un incidente, due morti nel tratto modenese della A1

  • Arrivo di tappa a Modena, le strade chiuse per il passaggio del Giro

  • Incidente mortale in A1, individuata l'auto pirata. Autopsia per le due vittime

  • Dà fuoco alla sede della Municipale a Mirandola e causa due morti e diversi feriti. Arrestato

  • Notte Bianca di Modena, si farà anche in caso di maltempo

  • L'agriturismo La Falda chiude dopo l'allagamento, "Le istituzioni non hanno mai fatto le debite manutenzioni"

Torna su
ModenaToday è in caricamento