Nel Museo di Carpi una sala dedicata all'impresa sportiva di Dorando Pietri

In mostra anche la Coppa donata al campione dalla Regina Alessandra

Sabato 27 aprile, alle ore 16.30, verrà inaugurata presso il Museo della Città di Palazzo dei Pio di Carpi la nuova Sala dedicata alla figura di Dorando Pietri. Lo spazio riservato al grande campione di atletica leggera sarà contraddistinto da una ricca ed originale dotazione di materiale messa a disposizione dalla Società Ginnastica La Patria 1879, a partire dalla prestigiosa Coppa d’argento donata a Dorando Pietri dalla Regina Alessandra in occasione delle Olimpiadi di Londra del 1908.

La nuova sala, che sarà collocata in un ambiente adiacente all’ingresso del Museo della Città, al piano ammezzato tra II e III piano del Palazzo dei Pio, intende contribuire a valorizzare la figura di questo sportivo che portò nel mondo i colori della S.G.La Patria 1879 e della nostra città.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’inaugurazione dello Spazio Dorando Pietri avrà luogo sabato 27 in concomitanza con l’importante manifestazione sportiva The Race, promossa in centro storico dalla Dorando Pietri Marathon ASD con il patrocinio del Comune.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento scontro sulla Tangenziale di Vignola, deceduta una automobilista

  • "I caporali fuori dalla Coop", protesta davanti al supermercato di Formigine

  • Apre il Drive-in di Maranello, domani la prima proiezione

  • Si presenta al Pronto Soccorso dopo una lite, ma porta con sè la cocaina. Arrestato

  • Coop Alleanza 3.0, la Cgil conferma lo stato di agitazione dopo le denunce dei dipendenti

  • Precipita nel vuoto durante un'escursione, muore un 63enne modenese

Torna su
ModenaToday è in caricamento