Primo atto dei Giardini d'Estate nel weekend

Ai Giardini si parte mercoledì 12 luglio con Costantino Della Gherardesca poi con la serata “Toccafondo”; il 13 Lambrusco e Darryll Hall 4et; il 14 la Costa; il 15 Buffa

L’apertura della rassegna Giardini d'Estate, mercoledì 12 luglio ai Giardini Ducali di corso Canalgrande a Modena, parte alle 19 dalla preview con Costantino della Gherardesca, conduttore Tv (Pechino Express, Boss in incognito, Tanto Vale, Sbandati), che ha lavorato con successo anche in radio. Il 22 giugno è uscito il suo libro per Rizzoli Lizzard “Punto. Aprire la mente e chiudere con le stronzate”. La serata inaugurale ai Giardini sarà poi incentrata, primo degli appuntamenti d'arte, sulla figura di Gianluigi Toccafondo, alla cui produzione è dedicata, nella Palazzina dei Giardini, la mostra “L'immagine in movimento”, visitabile gratuitamente. Alle 21.30 si svolge l'incontro con l'artista, che a seguire presenta con l'autore Alberto Morsiani il libro da lui illustrato “Cinema di figure”, in collaborazione con Galleria Mazzoli. Infine, alle 22.30 circa, lo scrittore Ugo Cornia legge “Il gattino che voleva diventare il Gatto con gli stivali”, la favola illustrata da Toccafondo per il libro d'artista nato per la mostra alla Palazzina.

Il programma dei Giardini prosegue il giorno successivo con la serata a tema di giovedì 13 luglio. Sul palco principale prima verranno presentati, con un ampio corredo iconografico, due recenti libri fotografici dedicati al lambrusco, fra storia, cultura e gastronomia; successivamente sarà possibile ascoltare le variazioni jazzistiche del Darryll Hall Quartet, con lo stesso Darryl Hall al contrabbasso, Antonio Faraò al pianoforte, Roberto Gatto alla batteria e Piero Odorici al sax.

Nel weekend di venerdì 14 luglio e sabato 15 luglio, il palinsesto contemplerà due presenze e interpretazioni di grande richiamo, quella dell’attrice e scrittrice Lella Costa, venerdì, e quella dello storyteller sportivo Federico Buffa, sabato.

Con le “Questioni di cuore” di Lella Costa le “lettere del cuore” di Natalia Aspesi sul Venerdì di Repubblica diventano uno spettacolo. Un viaggio attraverso la vita sentimentale e sessuale degli italiani nel corso degli ultimi trent'anni. I tradimenti, le trasgressioni, le paure, i pregiudizi. Migliaia di storie intorno all’amore e alla passione che, incredibilmente, non cambiano con il passare dei decenni e l’evoluzione del costume. Dalla ragazzina infatuata per un uomo tanto più grande di lei alla moglie tradita e abbandonata, dal giovane che si scopre gay al maschio orgoglioso della sua mascolinità. Inizio alle 21.30, come sempre a ingresso libero.

Sabato 15 luglio si incomincia alle 19 con l'autrice Teresa Ciabatti che dialoga con il pubblico dei lettori sul suo libro “La più amata” (Mondadori). Alle 21.30 sale sul palco Federico Buffa che, dal canto suo, racconterà Muhammad Ali. Buffa è un giornalista e telecronista sportivo italiano che ha condotto trasmissioni antologiche a tema sportivo,in cui ha dimostrato - secondo il critico televisivo Aldo Grasso - di "essere narratore straordinario, capace di fare vera cultura, cioè di stabilire collegamenti, creare connessioni, aprire digressioni" in possesso di uno stile avvolgente ed evocativo. L’ultima di queste serie, trasmessa da Sky e ora diventata un libro, ha riguardato Muhammad Ali, “il più grande”. Al centro del racconto di Buffa la notte di Kinshasa, il leggendario match per il titolo mondiale dei massimi tra Muhammad Ali (Cassius Clay, prima della conversione all'Islam) e il detentore George Foreman, nella capitale dello Zaire del dittatore Mobutu il 30 ottobre 1974.

Il programma dell'Estate modenese è online

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

I più visti

  • Psicologia tibetana, meditazione, intelligenza emozionale: Conferenze e Workshop Gratuito

    • Gratis
    • dal 16 ottobre 2019 al 22 gennaio 2020
    • CEA
  • "Il Presepe del vicino", compie dieci anni la mostra di presepi e diorami di Modena

    • Gratis
    • dal 8 dicembre 2019 al 19 gennaio 2020
    • Il Presepe del Vicino
  • "Keine Papiere. Senza le carte di identità", in mostra la street art che diventa impegno sociale

    • Gratis
    • dal 13 settembre 2019 al 15 febbraio 2020
    • Biblioteca Poletti
  • Un nome, un destino: inaugura a Palazzo dei Musei la mostra "Nomen Omen"

    • Gratis
    • dal 13 settembre 2019 al 15 febbraio 2020
    • Palazzo dei Musei
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento