A Carpi arrivano i Momix

La stagione 2016-17 di Danza del Teatro Comunale di Carpi cala il suo ‘pezzo forte’. Giovedì 15 dicembre infatti arriverà in piazza dei Martiri una Compagnia tra le più celebri al mondo per ciò che riguarda la danza contemporanea, ovvero i Momix. Porteranno in scena "Opus Cactus", lo spettacolo che il coreografo Moses Pendleton ha rielaborato dopo un decennio dalla creazione, caricandolo di nuova energia.

"Opus Cactus" verrà rappresentato al Comunale anche venerdì 16 nell’ambito della rassegna Nonsoloteatro (sempre alle ore 21) e inoltre fuori abbonamento sabato 17 alle ore 21 e domenica 18 dicembre alle ore 16.

Deserti arroventati di giorno, misteriosi di notte; albe poetiche, tramonti sensuali e inquietanti. In uno scenario tribale i Momix si trasformano in strani rettili striscianti, in variopinte piante animate, in imponenti cactus e minacciosi uccelli-totem. Presentato in prima mondiale a New York, è un fantasioso racconto del deserto del sud ovest degli Stati Uniti. I dieci ballerini-ginnasti sfidano le leggi di gravità volando, saltando, rimbalzando, librandosi su alti pali, roteando intorno a una struttura metallica che sembra disarticolarsi e ricomporsi, attraversando la scena su minuscoli skateboard, quasi in un rituale di iniziazione con il fuoco. L’accompagnamento musicale spazia da Bach a Brian Eno, include danze tribali degli Indiani d’America e altri brani originari di zone desertiche della terra.

Sabato 17 dicembre nell’ambito del ciclo Attori da vicino, Sara Gozzi ci farà poi conoscere Julio Alvarez e Giuliana Gratton, componenti della Compagnia, che incontreranno gli appassionati e il pubblico: appuntamento alle ore 17.30 nella platea del Comunale.

Per informazioni: tel. 059 649263 (biglietteria) - teatro.comunale@carpidiem.it

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

I più visti

  • Arte. Marina Abramović / Estasi al Teatro Anatomico di Modena

    • dal 8 marzo al 30 giugno 2020
    • Teatro Anatomico
  • "Requiem for Pompei", al Mata la mostra fotografica di Kenro Izu

    • dal 6 dicembre 2019 al 13 aprile 2020
    • Mata
  • "Jules Van Biesbroeck. L'anima delle cose.", inaugura a Modena la mostra del pittore belga

    • Gratis
    • dal 6 dicembre 2019 al 6 giugno 2020
    • Galleria Bper Banca
  • "Bici davvero!", al Museo della Figurina di Modena una mostra dedicata al "cavallo d'acciaio"

    • dal 11 ottobre 2019 al 13 aprile 2020
    • Museo della Figurina
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento