"In teatro con i piedi per terra" al Teatro Dadà

  • Dove
    Teatro Dadà
    Indirizzo non disponibile
    Castelfranco Emilia
  • Quando
    Dal 26/10/2018 al 26/10/2018
    21:00
  • Prezzo
    offerta libera
  • Altre Informazioni
    Sito web
    wordpress.com

iN TEATRO CON i PiEDi PER TERRA Venerdì 26 Ottobre al Teatro Dadà

Lo spettacolo agri-culturale “iN TEATRO CON i PiEDi PER TERRA - Ripartire dalla terra? Perché? Contadini di oggi e autori del passato insieme ce lo raccontano” arriva al Teatro Dadà di Castelfranco Emilia Venerdì 26 Ottobre 2018 alle ore 21, grazie al progetto di ricerca artistica Radici nel Cielo, partito attraverso il web e il videodocumentarismo.

Lo spettacolo è un viaggio alla ricerca del senso di appartenenza alla terra e alla comunità umana. Un intenso e vivace confronto fra le voci di grandi personalità del passato e agricoltrici e agricoltori di oggi.

Ci sono voluti 4000 chilometri, percorsi su e giù per le campagne della Penisola in 26 tappe, con 70 interviste, foto, riprese video, incontri a ripetizione, per raccontare, con un’ironia a volte amara, ma sempre accorata e graffiante, quello che è non solo l’agricoltura ma un intero settore della vita economica e culturale italiana.
Lo spettacolo iN TEATRO CON i PiEDi PER TERRA e il relativo docufilm CON i PiEDi PER TERRA, del collettivo artistico Radici nel Cielo, raccontano pratiche contadine di appartenenza alla terra, e il percorso teatrale del Progetto Viaggio tra Terra e Cielo, è un lungo itinerario che si snoda ascoltando e poi raccontando le storie e le voci di tanti contadini e contadine, di chi pratica lavoro artigiano, di chi si occupa di allevamento, di medicina e di ricerca.
Un cammino che non si limita a narrare le voci di chi è attuale protagonista, ma va a dialogare con coloro che si occupano di scienza, filosofia, letteratura e poesia che a loro volta, come contadini e contadine, hanno lasciato nelle pagine da loro scritte, i semi di un pensiero antico più che mai attuale.
Il suggerimento che ne deriva è che, di tutto il filo che sottende la vita, l’umanità tiene in mano solo un capo e ogni nodo, ogni incrocio fra trama e ordito, che uomini e donne fanno a quel filo, lo fanno, in definitiva, a sé stessi e sé stesse.
È da questa unione, tra le voci di chi ci ha preceduto in questo percorso sul territorio e di coloro che oggi stanno praticando un cambiamento reale, che appare la via da seguire: il rinnovamento della società dipende dalla cura della terra che dobbiamo tornare a riconoscere come sacra.
Nasce così lo spettacolo teatrale, che raccoglie testimonianze del passato e iniziative del presente, per costruire un unico viaggio, in cui l’umanità di ieri e quella di oggi, si ritrovano unite, verso un obiettivo comune.

Allo Spettacolo agri-culturale – con Andrea Pierdicca alla narrazione, Enzo Monteverde alla chitarra e Antonio Tancredi alla regia con contributi video di Nicolò Vivarelli – potrà partecipare tutta la cittadinanza, l’ingresso è libero, fino ad esaurimento posti, con contributo a offerta libera, per chi lo desidera e visto il grande interesse suscitato per l’evento, c’è anche la possibilità di prenotare un posto a teatro andando sulla pagina fb dell’evento sul sito Radici nel Cielo e degli organizzatori.

Con i ricavi dello spettacolo saranno finanziati percorsi, in fase di progettazione, per promuovere l’agricoltura biologica e la sostenibilità ambientale.

Data la rilevanza dell’evento, i riconoscimenti ricevuti a livello nazionale dal percorso agri-culturale Radici nel Cielo, il successo di pubblico che ha già ottenuto lo spettacolo iN TEATRO CON i PiEDi PER TERRA in molti Teatri e città italiane, le Associazioni organizzatrici in accordo con la Dirigenza Scolastica dell’Istituto di Istruzione Superiore Lazzaro Spallanzani, ha programmato di far conoscere, in un incontro dedicato, la ricerca artistica dello spettacolo a studenti e studentesse delle sedi di Monteombraro, Vignola e Castelfranco Emilia. L’incontro sarà anche occasione per dialogare del progetto artistico di Radici nel Cielo “il cantico delle api: dall’agroindustria alla scomparsa delle biodiversità”, un viaggio tra narrazione e musica portato a Villa Cacciari di Piumazzo un paio di anni orsono, che potrebbe rivelarsi interessante per quelle e quegli studenti dello Spallanzani che hanno partecipato e vinto il primo premio a squadre del concorso internazionale dei giovani apicoltori Imyb - “I giovani custodi delle api”. Forse non tutti sanno che i ragazzi e le ragazze della Scuola si dedicano anche all’apicoltura, con 8 arnie e la produzione di miele millefiori.
Così da portare a conoscenza delle giovani generazioni, che nello studio si occupano di apprendere tecniche agricole, tematiche ambientali, e pratiche enogastronomiche, un progetto artistico-culturale che fa dialogare l’esperienza diretta e pratica con un rinnovato rapporto della terra con scienza, filosofia, letteratura e poesia.

Per condividere la promozione di un nuovo modello di vita più consapevole e rispettoso di noi tutte/i e dell’ambiente che ci circonda, per coinvolgere sempre più la comunità tutta, per divulgare i temi legati alla sostenibilità ambientale, economica e sociale per gettare le basi per una vita migliore, l’evento è stato organizzato dal Gruppo d’Acquisto Solidale GAS C’È con le agricoltrici e gli agricoltori del Mercato Contadino Bio C’È! di Castelfranco Emilia, con il patrocinio della Città di Castelfranco Emilia, con l’entusiastica collaborazione delle Associazioni e delle realtà presenti sul territorio, in particolarmente quelle attive e attente ai temi ambientai, dell’alimentazione consapevole e dell’economia solidale:
il Gruppo d’Acquisto Solidale GAS ALMO di Piumazzo, il Distretto dell’Economia Solidale di Modena-DES MO, l’Istituto di Istruzione Superiore Lazzaro Spallanzani, ARCI Solidarietà Castelfranco Emilia-San Cesario Sul Panaro, il Presidio di Libera Mancini Vassallo delle Terre di Pianura, la Banca del Tempo di Modena, il Gruppo d’Acquisto Solidale MIO GAS di Modena, l’Associazione Rinascere, il Gruppo d’Acquisto Solidale GASPARE di Crevalcore-Sant’Agata e San Giovanni in Persiceto, il Gruppo d’Acquisto Solidale di Modena GAS MO, l’Associazione Il Covino, il Gruppo d’Acquisto Solidale NANO GAS di Nonantola.
All’evento hanno aderito la Consulta del Volontariato di Castelfranco Emilia, il GIT di Banca Etica di Modena e il Biricoccolo CSA - Comunità che Supporta l’Agricoltuta.
L’iniziativa ha ricevuto il contributo di alcune attività commerciali e aziendali che si occupano, da molti anni, di commercio e/o produzione di prodotti naturali e biologici sul territorio: Nanì Bio & Beauty Bioprofumeria di Castelfranco Emilia, Caseificio Bio Reggiani di Recovato ed Erboristeria Il Fauno di Castelfranco Emilia.

Potrete approfondire la conoscenza sullo spettacolo agri-culturale iN TEATRO CON i PiEDi PER TERRA, sul percorso artistico, sulla rassegna stampa, sull’elenco dei premi ricevuti dal progetto Radici nel Cielo visitando il sito www.radicinelcielo.it, e chiedere informazioni all’indirizzo mail info@radicinelcielo.it .

È stato pubblicato recentemente sulla rivista dell’Università Bocconi di Milano E&M_PLUS, wwww.emplus.egeaonline.it “Il cibo alimenta l’arte (e non solo)” un interessante intervento sul rapporto tra agricoltura, industria alimentare, economia ed etica a firma di Andrea Pierdicca e Antonio Tancredi, del progetto di ricerca artistica Radici nel Cielo:
http://emplus.egeaonline.it/…/il-cibo-alimenta-l-arte-e-non…

L’ingresso è libero a offerta libera ma visto il forte interesse che ha suscitato lo spettacolo è CONSIGLIATA LA PRENOTAZIONE ANDANDO sul sito wwww.gascastelfranco.wordpress.com o sulla pagina fb GAS C'È - Gruppo d'Acquisto Solidale Castelfranco Emilia

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Auditorium Ferrari di Maranello, il cartellone della stagione 2019/2020

    • dal 7 November 2019 al 7 April 2020
    • Auditorium Enzo Ferrari

I più visti

  • Arte. Marina Abramović / Estasi al Teatro Anatomico di Modena

    • dal 8 marzo al 30 giugno 2020
    • Teatro Anatomico
  • Auditorium Ferrari di Maranello, il cartellone della stagione 2019/2020

    • dal 7 novembre 2019 al 7 aprile 2020
    • Auditorium Enzo Ferrari
  • "Requiem for Pompei", al Mata la mostra fotografica di Kenro Izu

    • dal 6 dicembre 2019 al 13 aprile 2020
    • Mata
  • "Jules Van Biesbroeck. L'anima delle cose.", inaugura a Modena la mostra del pittore belga

    • Gratis
    • dal 6 dicembre 2019 al 6 giugno 2020
    • Galleria Bper Banca
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento