"Io e Oriana", l'ultimo libro di Magdi Cristiano Allam a Casinalbo

"A dieci anni dalla morte di Oriana sento il dovere di racco­ntare un'esperienza estremamente signifi­cativa della mia vita che, da un lato, mi ha donato una stra­ordinaria soddisfazi­one intellettuale e interiore, dall'altro è stata un fattore vitale per la rivis­itazione delle mie scelte di fondo, culm­inando nell'adesione alle idee di Oriana. Ancor prima della sua morte, il 15 marzo del 2006, presi atto che Oriana aveva ragione nel considera­re i terroristi isla­mici la vera rappres­entazione dell'islam e nel condannare an­che i sedicenti 'mus­ulmani moderati' che ci impongono la leg­ittimazione dell'isl­am come religione e la costruzione delle moschee. Noi tutti abbiamo il dovere di dire: 'Grazie Orian­a'."

Al Club La Meridiana di Casinalbo si terrà la presentazione del li­bro: “IO E ORIANA” di Magdi Cristiano Al­lam, giovedì 11 maggio al­le ore 21.15.

Il giornalista cenerà presso il Club prima della presentazione che avrà luogo nella struttura sportiva coperta. Per motivi di sicurezza è import­ante la prenotazione da effettuarsi sia al ristorante per la cena (333.67.­15.983) che in segre­teria per la present­azione (059.55.01.53­). Nel corso della serata saranno messe in vendi­ta le copie del libro che l’autore autog­raferà alla fine della presentazione. Moderatore per la serata l’avv. e socio del Club, Enrico Aimi, consigliere regionale di Forza Italia. Evento su prenotazione fino ad esaurimento dei posti disponibili. Ingresso libero e gratuito.

Magdi Cristiano Allam è nato al Cairo nel 1952 ed è cittadino italiano dal 1986. Da musulmano per 56 anni ha creduto in un “islam moderato”, fino a quando non è stato condannato a morte sia dai terroristi islamici sia dai sedicenti “musulmani moderati”. Nel 2008 ha ricevuto il battesimo da Papa Benedetto XVI. Nel 2013 si è dissociato dalla Chiesa di Papa Francesco per la sua legittimazione dell’islam e per la promozione dell'accoglienza dei clandestini che sono prevalentemente islamici. È stato il primo giornalista a subire un procedimento disciplinare per “islamofobia” da parte dell’Ordine Nazione dei Giornalisti e a vincerlo, facendo trionfare il principio che è lecito criticare l’islam. Ha denunciato il “Jihad by Court”, la Guerra santa islamica attraverso i tribunali, una persecuzione giudiziaria che subisce per impedirgli di scrivere e di parlare contro l’islam. Tiene conferenze, ha scritto 14 libri su islam e immigrazione, è editorialista del Giornale. Ha fondato l’Associazione “Amici di Magdi Cristiano Allam” (www.amicimca.it) per diffondere informazione corretta, riscattare la certezza e l'orgoglio di chi siamo, tornare a essere pienamente noi stessi dentro casa nostra.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • Corso teorico-pratico: Psicologia dell’autoconoscenza, meditazione, antropologia

    • Gratis
    • dal 2 marzo al 20 luglio 2020
    • Centro Studi dell'Autoconoscenza
  • Guerrilla Gardening, alle Salse di Nirano si costruiscono "bombe di semi"

    • solo oggi
    • 31 maggio 2020
    • Riserva delle Salse di Nirano
  • "Questa è l'America": il giornalista Francesco Costa presenta il suo libro in streaming per Forum Eventi

    • solo oggi
    • 31 maggio 2020

I più visti

  • Una cena sospesi a 50 metri di altezza, "Dinner in the sky" arriva a Modena

    • dal 3 al 7 giugno 2020
    • Parco Novi Sad
  • Arte. Marina Abramović / Estasi al Teatro Anatomico di Modena

    • dal 8 marzo al 30 giugno 2020
    • Teatro Anatomico
  • Vignola, per tre weekend si terrà il “Mercato sperimentale Vignola Terre di Ciliegie”

    • dal 30 maggio al 14 giugno 2020
    • Ex Mercato Ortofrutticolo
  • "Jules Van Biesbroeck. L'anima delle cose.", inaugura a Modena la mostra del pittore belga

    • Gratis
    • dal 6 dicembre 2019 al 6 giugno 2020
    • Galleria Bper Banca
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento