Cinema: assegnato all'attrice Joppe Pelzer il “Premio Teresa Pellati”

Il premio dedicato all'attrice sassolese Teresa Pellati, diva degli anni d'oro del nostro Cinema, è stato assegnato alla 15enne olandese Joppe Pelzer. La giovane si è aggiudicata la prima edizione del Pellati Award per la “Miglior interpretazione attoriale” all'Ozu Film Festival 2011 grazie alla sua bravura nel cortometraggio “I'm a girl” di Susan Koenen

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

Il premio dedicato all'attrice sassolese Teresa Pellati, diva degli anni d'oro del nostro Cinema, è arrivato nelle mani della vincitrice: la 15enne Joppe Pelzer. La ragazza olandese si è aggiudicata la prima edizione del Pellati Award per la "Miglior interpretazione attoriale" all'Ozu Film Festival 2011 grazie alla sua bravura nel cortometraggio "I'm a girl" di Susan Koenen.

Come lesse Rocco Tanica sul palco del Teatro Carani durante la proclamazione "nonostante il programma del Festival si sia distinto per l'alta qualità della recitazione, si è scelto di premiare una sorprendente non-attrice. Per quanto il corto sia un documentario-intervista, nelle parti recitate Joppe mostra classe e carisma di vera attrice. Tenera e spontanea riesce a suscitare grande empatia trattando un tema personale e complesso con profondità e leggerezza". Questo il verdetto, inappuntabile, della Giuria.

Ricordiamo che il bellissimo documentario della Koenen racconta la storia di Joppe, al tempo 13enne, alle prese con la dura e al tempo stesso tenera realtà di una ragazza nel corpo di un maschio e di un percorso fatto di amore, trattamenti ormonali, amicizie. E una consapevolezza di sé al limite dell'incredibile per una ragazzina della sua età. Una storia che ha appassionato le centinaia di spettatori dell'Ozu 2011 che, sia nelle proiezioni per le scuole che in quelle serali, hanno tributato lunghi applausi al film. Il cortometraggio è visibile qui. Joppe ha comunicato allo staff dell'Ozu di tenere il Premio "con orgoglio a fianco del mio letto. E' fenomenale ed è stato inaspettato".

Il Premio Teresa Pellati è stato realizzato da Moma Ceramiche e ideato dell'architetto Marco Bernardi. Omaggia la bellissima attrice sassolese "intrecciandola" con le star emergenti di oggi. Il Pellati Award premierà la Miglior intepretazione attorial anche nella prossima e ventesima edizione dell'Ozu Festival, che ricordiamo si svilupperà, oltre che su Sassuolo, anche sui comuni di Fiorano, Maranello, Formigine, Casalgrande, Castellarano e Scandiano.

Yasujiro Ozu Festival Internazionale del Cortometraggio è organizzato da Circolo Culturale "Fahrenheit 451" e Associazione Culturale "Il Sassolino" con la collaborazione di Comune di Sassuolo, Fiorano, Maranello, Fomrigine, Casalgrande, Castellarano e Scandiano, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e il patrocinio della Regione e delle Province dell'Emilia-Romagna, del Dipartimento di Musica e Spettacolo della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Bologna e dell'Università di Modena e Reggio Emilia. Main Sponsor è MOMA Ceramiche.

 

Torna su
ModenaToday è in caricamento