“Io sono la vera bellezza”, le donne di Maranello si mettono in mostra

Come dice Alessandro Bergonzoni, bisognerebbe rifarsi il senno, non il seno. Perché la vera bellezza non è quella fatta di protesi al silicone, di labbra gonfie, di taglie 40 e di corpi ritoccati con Photoshop. La vera bellezza non si rispecchia nei tratti lucidi e tesi di un viso manipolato dal chirurgo plastico, privo d’espressione. La vera bellezza è quella imperfetta, ma unica e irripetibile, dei volti segnati dal tempo, dalla storia, dalla vita di ogni giorno.

Da questa idea è nato il progetto realizzato dall’associazione Yawp - Passioni in movimento in collaborazione con il Comune di Maranello e con i suoi commercianti, ovvero quello di raccontare il volto delle donne di oggi, delle donne vere, la cui bellezza non si piega agli standard imposti, e sa opporsi alla dittatura di canoni estetici distanti dalla realtà e rivendicare la libertà di sentirsi bene dentro al proprio corpo, qualunque sia la sua forma. E per dare vita a questa idea circa cinquanta donne di Maranello hanno prestato il loro volto all’obiettivo di una donna fotografa, Elisabetta Tagliazucchi, che con l’eleganza del bianco e nero ne ha fatto un ritratto morbido e sincero, ora auto-ironico ora riflessivo ora appassionato, sempre autentico.  

Ne è nata così una mostra fotografica di circa un centinaio di scatti che sarà allestita presso lo Spazio Culturale Madonna del Corso a Maranello dal 1° al 4 marzo. Giovedì 1° marzo alle ore 20.00 si terrà un aperitivo di inaugurazione e presentazione della mostra. Le giornate di sabato e domenica, alle ore 17, vedranno invece la mostra fotografica fare da cornice a due conferenze sulle donne nella letteratura e nella pittura. Le due conversazioni s’intrecciano con la lettura di celebri pagine letterarie e di altrettanto celebri immagini pittoriche per tracciare il percorso da Penelope a Frida Kahlo da cui ha preso vita lo spettacolo teatrale dello scorso novembre “Con occhi di donna”, che ha visto anche la partecipazione della cantante Mara Redeghieri. Si tratta di un’occasione per riflettere con due donne, esperte di letteratura e pittura e autrici dello spettacolo, sugli stereotipi di genere, sugli insospettabili timbri maschili di tanti personaggi femminili e sulla costruzione di uno sguardo davvero femminile sul mondo.

Dal 6 al 10 marzo le foto saranno esposte nei luoghi pubblici del Comune di Maranello e nelle vetrine degli esercizi commerciali del paese che hanno aderito al progetto. Tutte le iniziative sono aperte alla cittadinanza e gratuite.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Arte. Marina Abramović / Estasi al Teatro Anatomico di Modena

    • dal 8 marzo al 30 giugno 2020
    • Teatro Anatomico
  • "Requiem for Pompei", al Mata la mostra fotografica di Kenro Izu

    • dal 6 dicembre 2019 al 13 aprile 2020
    • Mata
  • "Jules Van Biesbroeck. L'anima delle cose.", inaugura a Modena la mostra del pittore belga

    • Gratis
    • dal 6 dicembre 2019 al 6 giugno 2020
    • Galleria Bper Banca

I più visti

  • Arte. Marina Abramović / Estasi al Teatro Anatomico di Modena

    • dal 8 marzo al 30 giugno 2020
    • Teatro Anatomico
  • Auditorium Ferrari di Maranello, il cartellone della stagione 2019/2020

    • dal 7 novembre 2019 al 7 aprile 2020
    • Auditorium Enzo Ferrari
  • "Requiem for Pompei", al Mata la mostra fotografica di Kenro Izu

    • dal 6 dicembre 2019 al 13 aprile 2020
    • Mata
  • "Jules Van Biesbroeck. L'anima delle cose.", inaugura a Modena la mostra del pittore belga

    • Gratis
    • dal 6 dicembre 2019 al 6 giugno 2020
    • Galleria Bper Banca
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento