Mostra "Il teatro fa moda - Le produzioni del Teatro Comunale di Modena"

Le grandi eccellenze modenesi, Motori, Belcanto e Moda, si integrano in un’esposizione che unisce questi mondi anche attraverso un compositore che nel mondo rappresenta il melodramma: Giacomo Puccini. L’autore di capolavori come Tosca, Boheme, Turandot, solo per citare le più celebri, era anche un grande appassionato di automobili. Due opere Pucciniane (Trittico, con Gianni Schicchi e Suor Angelica, e Turandot) prodotte nelle passate stagioni dal Teatro Comunale di Modena sono le protagoniste dell’esposizione, insieme a Partenope di Haendel, che si distingue per la spettacolarità dei costumi, e al corteo dei nobili dell’opera Andrea Chenier. In totale oltre 40 splendidi costumi.

LA VIDEO INTERVISTA PER LA MOSTRA

La grande tradizione dell’opera italiana ha nei secoli sempre potuto contare, al fianco di celeberrime voci e compositori che sono l’essenza stessa del melodramma nel mondo, su una manifattura teatrale di starordinario valore. I costumi, le scenografie che nei secoli hanno caratterizzato i teatri d’opera italiana sono ancora oggi patrimonio straordinario della cultura universale. Gli allestimenti in mostra rievocano opere che nelle passate stagioni hanno riscosso grande successo al Teatro Comunale Luciano Pavarotti e in tutti i teatri in cui sono stati rappresentati grazie a noleggi e coproduzioni.

L’esposizione ha inizio nella spettacolare Galleria d’Onore, a cui si accede dal Grande Scalone, e che ospita i costumi dell’opera Turandot. Nella Sala del Consiglio, mai aperta prima d`ora al pubblico, si può ammirare, nella scenografia naturale delle pareti colme di antichi e preziosi documenti, l’allestimento   dell’opera Gianni Schicchi.

Punto centrale della mostra la spettacolare Sala dei Cardinali, dove il pubblico potrà conoscere i costumi dell’opera Partenope di Haendel, per poi proseguire nel Corridoio che conduce al Teatro settecentesco, dove trovano posto i nobili dell’opera Andrea Chenier. Si giunge infine ad un vero gioiello sconosciuto, la Cappella ottocentesca nella quale è ricreata la scena dell’opera Suor Angelica di Giacomo Puccini.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • McCurry, 70 immagini scattate in ogni angolo del mondo dedicate alla passione per la lettura

    • dal 13 settembre 2019 al 6 gennaio 2020
    • Palazzo dei Musei, Sala Mostre e Gallerie Estensi
  • "Keine Papiere. Senza le carte di identità", in mostra la street art che diventa impegno sociale

    • Gratis
    • dal 13 settembre 2019 al 15 febbraio 2020
    • Biblioteca Poletti
  • Un nome, un destino: inaugura a Palazzo dei Musei la mostra "Nomen Omen"

    • Gratis
    • dal 13 settembre 2019 al 15 febbraio 2020
    • Palazzo dei Musei

I più visti

  • McCurry, 70 immagini scattate in ogni angolo del mondo dedicate alla passione per la lettura

    • dal 13 settembre 2019 al 6 gennaio 2020
    • Palazzo dei Musei, Sala Mostre e Gallerie Estensi
  • Bomporto, dieci giorni di festa per la tradizionale Fiera di San Martino

    • Gratis
    • dal 1 al 11 novembre 2019
  • Dalla street art alle celebrità modenesi, arriva la rassegna autunnale di Free Walking Tour

    • dal 21 settembre al 1 dicembre 2019
    • Modena
  • Psicologia tibetana, meditazione, intelligenza emozionale: Conferenze e Workshop Gratuito

    • Gratis
    • dal 16 ottobre 2019 al 22 gennaio 2020
    • CEA
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento