Danza. Batsheva–The Young Ensemble in prima esclusiva al Comunale

Va in scena venerdì 12 aprile 2019 alle 20.30 per la rassegna ModenaDanza al Teatro Comunale Luciano Pavarotti la compagnia Batsheva – The Young Ensemble con la coreografia Sadeh21 firmata da Ohad Naharin e presentata in prima ed esclusiva italiana.

Sadeh, che significa campo, area, settore, è una creazione del 2011 che ha entusiasmato il pubblico di tutto il mondo. Numerati da 1 a 21, i brani di questo spettacolo sono uno dei risultati più stupefacenti del linguaggio del movimento Gaga, una filosofia ideata da Naharin e divenuta la sua firma inconfondibile. “L’ascolto del corpo” e la poetica acrobaticità che contorce i danzatori fino allo straniamento, si uniscono a un insieme di umorismo e commovente bellezza, altri elementi distintivi del coreografo. Audace, sensibile e divertente, questa coreografia è una sorta di versione in forma di danza del film di Stanley Kubrick 2001 Odissea nello spazio: la rotta però non è verso un satellite di Giove ma nella danza, nel corpo e nei corpi attraverso il loro movimento. Così più che di spazi siderali è giusto parlare di ‘campi’: Ohad Naharin ed i giovani di Batsheva Ensemble si spingono nell’emotività, nella violenza, nella solitudine e nel collettivo, nell’assenza e nella presenza, nella sensualità, nel tempo. Un lavoro dove si susseguono soli, duetti e squarci di gruppo, sospesi in una ambientazione astratta costruita sulle scenografie e le luci di Avi Yona Bueno, i costumi di Ariel Cohen, ma anche una intrigante colonna sonora curata da Maxim Waratt, che spazia da David Darling a Gavin Bryars, fino alle musiche di Angelo Badalamenti per il film Mulholland Drive di David Lynch. Danza pura, rigorosamente astratta, in cui il piacere del movimento incontra la precisione assoluta, Sadeh21 è una visione poetica dove i temi, le immagini, i suoni e l’estetica che appartengono all’immaginazione e all’opera di Ohad Naharin si rigenerano proiettandosi nel futuro. Nell’ottobre 2018 la coreografia è stata rimontata e presentata a Parigi dagli straordinari danzatori del Batsheva The Young Ensemble, portando nuova linfa ad una creazione che negli anni ha raccolto i più ampi consensi di pubblico e critica.

Batsheva – The Young Ensemble è stato creato da Ohad Naharin nel 1990 – quando ha assunto la direzione artistica della Batsheva Dance Company – per occuparsi della formazione dei danzatori nei processi creativi, del tutoraggio dei giovani danzatori e della creazione di un pubblico giovane interessato alla danza in Israele. Questo contesto formativo prevede l’apporto di giovani coreografi indipendenti, un training rigoroso, tournées nazionali e internazionali e un programma di studio di esemplare ampiezza. Nel biennio di corso i danzatori sperimentano un intenso accrescimento delle loro capacità performative in senso personale e nelle creazioni coreografiche di Naharin. Ogni anno oltre 400 danzatori provenienti da tutto il mondo si presentano al Suzanne Dellal Center di Tel Aviv con la speranza di entrare a far parte di questo privilegiato gruppo di danzatori. La Batsheva Dance Company è quasi interamente composta da danzatori che provengono dal Batsheva - the Young Ensemble.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Auditorium Ferrari di Maranello, il cartellone della stagione 2019/2020

    • dal 7 novembre 2019 al 7 aprile 2020
    • Auditorium Enzo Ferrari
  • "Nel gran teatro della città", una visita spettacolo alla scoperta del Teatro Storchi

    • solo oggi
    • 19 febbraio 2020
    • Teatro Storchi
  • "Messer Ludovico Ariosto QUASI furioso", la compagnia Serraglio di Baladam va in scena a Concordia

    • Gratis
    • 21 febbraio 2020
    • Biblioteca Comunale

I più visti

  • Il Carnevale vien di notte, a Formigine i carri sfilano (anche) al calar del sole

    • da domani
    • Gratis
    • dal 20 al 25 febbraio 2020
    • Centro Storico
  • Arte. Marina Abramović / Estasi al Teatro Anatomico di Modena

    • dal 8 marzo al 30 giugno 2020
    • Teatro Anatomico
  • Auditorium Ferrari di Maranello, il cartellone della stagione 2019/2020

    • dal 7 novembre 2019 al 7 aprile 2020
    • Auditorium Enzo Ferrari
  • "9 Gennaio 1950- 9 Gennaio 2020: la memoria della città", in mostra ad AGO

    • dal 9 gennaio al 8 marzo 2020
    • AGO Modena Fabbriche Culturali
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento