"San Giovanni Battista", un concerto dal sapore estense con Grandezze e Meraviglie

Martedì 12 novembre, alle ore 21, presso la Chiesa di Sant’Agostino a Modena, Grandezze & Meraviglie presenta “San Giovanni Battista” con la partecipazione di due contralti, dell’ensemble GAMMA.UT + e la direzione al violino barocco di Susanne Scholz. Il concerto è tutto estense: le musiche sono di Alessandro Stradella e Antonio Maria Bononcini e sono presso la Biblioteca Estense. Vengono qui presentate alcune arie dagli oratori, intervallate da brani strumentali. La storia di San Giovanni Battista ci è nota soprattutto attraverso l’opera di Richard Strauss “Salome”, che con la sua danza si prefigge di convincere Erode a condannare a morte Giovanni Battista. In epoca barocca la vicenda viene vista da una prospettiva diversa: San Giovanni Battista, l’uomo saggio vede in Erode un regnante giusto ma disapprova la sua convivenza con Erodiade, la quale, insieme a sua figlia Salomè dimora nella reggia di Erode come moglie e regina. Questa teme di perdere la sua posizione di nuova coniuge e soprattutto il suo potere di Regina a causa di Giovanni e per questo sfrutta le doti seduttive di sua figlia allo scopo di eliminarlo. 

Le figure vengono descritte, in stile barocco, scolpite da momenti con arie di affetto diverso. Questo è l’approccio comune che si vede sia nell’oratorio di Alessandro Stradella del 1675 che in quello di Antonio Maria Bononcini del 1709. Stradella ebbe un ruolo di prima importanza nello sviluppo del genere oratoriale caricandolo di grande forza drammatica ed espressiva, avvicinandolo allo stile dell’opera, nonostante la mancanza di scene e la finalità moralistica e religiosa del genere. Il modenese Antonio Maria Bononcini, fratello minore di Giovanni Bononcini, scrisse invece “La decollazione di San Giovanni Battista” per la corte viennese dell’imperatore Giuseppe I, alla cui corte trascorse diversi anni insieme al fratello Giovanni eseguendo la maggior parte delle sue opere, cantate e oratori. Padre Giovanni Battista Martini così descrisse il suo stile: “così elevato, così vivace, così artificioso e dilettevole che si rese distinto dalla maggior parte dei maestri di musica del principio del 18º secolo”.

Attraverso un rapporto di collaborazione pluriennale con Susanne Scholz si prosegue con la valorizzazione della musica conservata a Modena o di compositori strettamente legati alla Corte Estense.

Biglietti: € 13 (ridotti: € 10 e € 5) gratuito fino a 14 anni. Biglietteria sul luogo del concerto 30 minuti prima dell’inizio. Prevendite online sul sito. Per maggiori informazioni contattare l'indirizzo e-mail: info@grandezzemeraviglie.it.
 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

I più visti

  • Una cena sospesi a 50 metri di altezza, "Dinner in the sky" arriva a Modena

    • dal 3 al 7 giugno 2020
    • Parco Novi Sad
  • Arte. Marina Abramović / Estasi al Teatro Anatomico di Modena

    • dal 8 marzo al 30 giugno 2020
    • Teatro Anatomico
  • "Jules Van Biesbroeck. L'anima delle cose.", inaugura a Modena la mostra del pittore belga

    • Gratis
    • dal 6 dicembre 2019 al 6 giugno 2020
    • Galleria Bper Banca
  • Diventare istruttore cinofilo? A Modena si può

    • dal 22 febbraio 2020 al 23 gennaio 2021
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento