"Simurgh" a Medolla tra musiche dal vivo, trampoli e macchine teatrali

Una tournée lunga tutta l'estate quella del nuovo spettacolo del Teatro dei Venti di Modena, “Simurgh”, in giro per Festival prestigiosi come VolterraTeatro, in interessanti rassegne di provincia, in piazze che ben si prestano ad ospitare questo lavoro potente e delicato, con i suoi trampolieri e la musica dal vivo che ha conquistato ogni piazza. Una tournée che a metà del proprio percorso torna nel modenese a Camurana di Medolla domenica 10 agosto ore 21.30, presso il Campo sportivo parrocchiale per Comunità in Festa.

“Simurgh” per la regia di Stefano Tè con la consulenza di Mario Barzaghi e Francesco Chiantese, è un volo per otto attori-trampolieri con le musiche originali suonate dal vivo da Luca Cacciatore e Igino L. Caselgrandi. Simurgh è un sogno, una visione che nasce e svanisce davanti gli occhi del pubblico grazie a otto attori, due musicisti e a quegli elementi del teatro di strada capaci di donare al sogno lo stupore della magia.

Tra sfide, incidenti, voli coraggiosi, cadute buffe, canti, danze e acrobazie gli attori raccontano, a grandi e piccini, un mito di fondazione che viene dal Medio Oriente, liberamente ispirato a “Il verbo degli uccelli”, testo persiano di Farīd al-Dīn ʿAttār del 1177 che narra della caduta della "città degli uccelli" in mezzo agli uomini e della nascita della loro guida, Simurgh.

Dalla caduta sulla terra ai tentativi di tornare a volare alle lotte fratricide, il pubblico avrà modo di veder nascere davanti ai propri occhi Simurgh, una macchina teatrale volante, manipolata dagli attori in scena, che riporterà gli uccelli nella loro città, quella dei sogni che diventano realtà.

“Quella che stiamo facendo questa estate non è solo una vera e propria tournée – dice Stefano Tè, regista del Teatro dei Venti - ma è il tentativo di rispondere con l'entusiasmo concreto del lavoro e della creatività alle difficoltà che oggettivamente la cultura contemporanea vive. Con 26 date previste e migliaia di Km macinati per portare lo spettacolo in giro per le Piazze abbiamo avuto il piacere di presentare Simurgh in festival importanti, ma anche in contesti più discreti e inconsueti.

La funzione del Teatro in Strada per noi è questa, contaminare positivamente i luoghi, creare aggregazione e incontro. Possiamo dire che esportiamo cultura modenese, di questa Città che ci ospita provenienti da tutta Italia, e ora è bello tornare vicino casa, dove anche gli amici possono venirci a vedere.”

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Appennino walking, quattro trekking alla scoperta dell'appennino modenese

    • dal 9 giugno al 22 settembre 2019
    • Appennino Modenese
  • Enogastronomia e divertimento, inaugura a Castelvetro la 52° Sagra dell'Uva e del Lambrusco Grasparossa

    • Gratis
    • dal 15 al 22 settembre 2019
    • Centro Storico
  • Settembre Formiginese, cinque settimane di iniziative per la 48ª edizione

    • Gratis
    • dal 31 agosto al 29 settembre 2019
    • Formigine
  • McCurry, 70 immagini scattate in ogni angolo del mondo dedicate alla passione per la lettura

    • dal 13 settembre 2019 al 6 gennaio 2020
    • Palazzo dei Musei, Sala Mostre e Gallerie Estensi
Torna su
ModenaToday è in caricamento