Modena Organ Festival, l'edizione 2019 si conclude sulle note di Gustav Auzinger

Domenica 15 dicembre alle ore 16, presso la Chiesa parrocchiale di Bomporto, si terrà l'ultimo concerto del Modena Organ Festival: l'organista austriaco Gustav Auzinger, riconosciuto unanimamente come uno dei più autorevoli esecutori di musica antica e barocca, terrà un concerto sull'organo costruito da Domenico Traeri nel 1724, piccolo capolavoro dell'arte organaria modenese. Il Festival, svoltosi da giugno a dicembre, ha coinvolto nei mesi estivi tutto il territorio provinciale, per poi arricchire l'offerta culturale della città  e delle zone limitrofe del circondario in autunno, toccando non solo importanti luoghi storici, ma portando musica nelle periferie e frazioni, alla scoperta non solo della musica ma dei luoghi, dell'arte, in una prospettiva trasversale che ha avuto, come ogni anno, un grande seguito di pubblico.

Il Festival è stato possibile grazie alla Fondazione di Modena, alla Regione Emilia Romagna, al Comune di Modena, alla Bper e alla Lapam.

Gustav Auzinger

Ha iniziato gli studi musicali con Peter Planyavsky. Ha quindi studiato Musica Sacra, pedagogia della musica e organo sotto la guida di Michael Radulescu presso la Scuola Musicale Superiore di Vienna. Ha approfondito i suoi studi in Italia, Svizzera ed Olanda. Molteplici sono le sue attività in campo musicale: è organista degli organi storici della chiesa di Sant’Anna a Steinbruch (1727) e nel castello di Neuhaus (ca. 1625). È docente di organo presso il conservatorio per la Musica Sacra di Linz e svolge un’intensa attività concertistica in numerosi Paesi europei, in Asia, America Latina e negli Stati Uniti. È stato invitato a far parte della giuria di concorsi nazionali e internazionali. Tiene, inoltre, corsi di perfezionamento su quattro strumenti che si trovano nella grande sala della sua casa a Pürnstein (organo storico italiano, due organi storici austriaci e nuovo organo Pirchner in stile barocco) ma anche in istituzioni accademiche europee e extraeuropee. Gustav Auzinger ha curato molti progetti per la costruzione ed il restauro di organi in Austria ed ha inoltre effettuato varie registrazioni per la radio e la televisione; ha inciso diversi CD. Custode dell’organo Wegscheider (in stile Gottfried Silbermann) nella chiesa dei Frati Minoriti a Linz e dell’organo Zerndle (1628) a Hart. Direttore artistico della collana CD “Orgellandschaft Oberösterreich” (fino ad ora 22 CD includendo gli organi più importanti della Diocesi di Linz). Premio “St. Anna Kulturpreis” 2013 per le sue iniziative riguardo l’arte organistica.
 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Giornata della Memoria: brani e musiche dedicate a Primo Levi

    • solo domani
    • 25 gennaio 2020
    • Teatro Comunale Luciano Pavarotti
  • “Vita dei grandi nella musica”: quattro appuntamenti per conoscere la musica classica

    • dal 27 gennaio al 6 aprile 2020
    • Centro 'Via Vittorio Veneto’
  • Concerto dei Serial Singers per la Fondazione "Progetto per la vita"

    • solo domani
    • 25 gennaio 2020
    • Circolo Cabassi

I più visti

  • "Keine Papiere. Senza le carte di identità", in mostra la street art che diventa impegno sociale

    • Gratis
    • dal 13 settembre 2019 al 15 febbraio 2020
    • Biblioteca Poletti
  • Un nome, un destino: inaugura a Palazzo dei Musei la mostra "Nomen Omen"

    • Gratis
    • dal 13 settembre 2019 al 15 febbraio 2020
    • Palazzo dei Musei
  • Auditorium Ferrari di Maranello, il cartellone della stagione 2019/2020

    • dal 7 novembre 2019 al 7 aprile 2020
    • Auditorium Enzo Ferrari
  • "Piccoli Tesori di Latta", inaugura nella Chiesa di San Carlo la mostra di giochi d'epoca

    • Gratis
    • dal 7 dicembre 2019 al 2 febbraio 2020
    • Chiesa di San Carlo
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento