UniMoRe. Convegno su intelligenza e visione artificiale

Intelligenza e Visione artificiale saranno al centro dell’appuntamento organizzato da CVPL - Associazione Italiana di Ricercatori in Computer Vision Pattern recognition and Machine Learning, presieduta dalla docente modenese prof.ssa Rita Cucchiara, ed ospitato al DIEF - Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Unimore.  L’incontro “Why Deep Learning is so cool”, che si terrà lunedì 29 gennaio 2018 alle ore 10.00 presso la Sala Eventi del Tecnopolo (via Vivarelli, 10) a Modena, prevede l'intervento del prof. Naftali Tishby, Direttore del centro  MOST Knowledge Center in Machine Learning & AI della Hebrew University di Israele, che parlerà di "Information Theory of Deep Learning" .

Il cattedratico israeliano è uno dei più eminenti informatici e neuroscienziati al mondo. Suo intento è spiegare perché le reti neurali funzionano e quando convergono in base alla quantità dei dati che ricevono durante l’apprendimento. I suoi studi, ancora preliminari, sono di grandissimo interesse scientifico per tutta la comunità scientifica dell’intelligenza artificiale (AI) e, in particolare, per chi lavora su grandi quantità di dati visuali. “Con il prof. Tishby abbiamo già lavorato in passato su un progetto finanziato dalla NATO sull’analisi dell’anomalia delle traiettorie di persone – dichiara la prof. Rita Cucchiara di Unimore - e abbiamo collaborato assieme in modo proficuo; sono felice che abbia accolto l’invito di venire a spiegare a noi di AImageLab ed ai Dottorandi della Scuola di Dottorato in ICT i suoi studi”.

Seguirà, quindi, una tavola rotonda su intelligenza artificiale, Deep Learning e Visione, con interventi tecnici di docenti e ricercatori di tutta Italia, che fanno parte della associazione CVPL.La CVPL, che si riunisce a Modena per una assemblea straordinaria, opera in Italia dagli anni '80 e raccoglie 60 laboratori di ricerca operanti in tutti gli atenei italiani, tra i quali il Laboratorio AImageLab di Unimore che si occupa di intelligenza artificiale, per le forme di apprendimento automatico soprattutto rivolte alla percezione e alla analisi di dati visuali. 

I temi applicativi dell'AI e della Visione che sono studiati ad AImagelab  di Unimore sono diversi  e spaziano dalla Logistica, all'Automotive, assieme a Ferrari e Panasonic, alla Videosorveglianza intelligente con il Comune di Modena e Maserati nel progetto MASA, al multimedia con Facebook fino ai beni culturali. Stiamo iniziando - afferma la prof.ssa Rita Cucchiara - una nuova avventura, grazie al finanziamento della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, per un progetto molto ambizioso, "AI for Digital Humanity", assieme alle Gallerie Estensi. In questo progetto coinvolgeremo anche le Scuole Superiori sia con alternanza scuola lavoro per “insegnare ai sistemi artificiali a riconoscere e descrivere l’arte”, sia con un progetto della Fondazione dal titolo "into The Future" con diversi incontri tra scuole e i docenti di ingegneria informatica di Unimore sui temi dell’IA”.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • Corso teorico-pratico: Psicologia dell’autoconoscenza, meditazione, antropologia

    • Gratis
    • dal 2 marzo al 20 luglio 2020
    • Centro Studi dell'Autoconoscenza
  • "Self Help", torna a Modena il laboratorio di discussione per uomini separati

    • Gratis
    • dal 23 marzo al 18 maggio 2020
    • Sede CSI Centro Sportivo Italiano

I più visti

  • Arte. Marina Abramović / Estasi al Teatro Anatomico di Modena

    • dal 8 marzo al 30 giugno 2020
    • Teatro Anatomico
  • Auditorium Ferrari di Maranello, il cartellone della stagione 2019/2020

    • dal 7 novembre 2019 al 7 aprile 2020
    • Auditorium Enzo Ferrari
  • "Requiem for Pompei", al Mata la mostra fotografica di Kenro Izu

    • dal 6 dicembre 2019 al 13 aprile 2020
    • Mata
  • "Jules Van Biesbroeck. L'anima delle cose.", inaugura a Modena la mostra del pittore belga

    • Gratis
    • dal 6 dicembre 2019 al 6 giugno 2020
    • Galleria Bper Banca
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento