“Vacanza Reticolare” l'installazione site-specific di Pellegrini e Gagliardi a Castelnuovo Rangone

Continua il ciclo espositivo di CRAC – Castelnuovo Rangone Arte Contemporanea con la mostra “Vacanza Reticolare” degli artisti Simone Pellegrini e Daniele Gagliardi, a cura di Alessandro Mescoli.

L'installazione site-specific sarà visibile a partire da sabato 3 agosto nella sala comunale all'interno delle antiche mura cittadine in via della Conciliazione e continuerà fino a sabato 5 ottobre con il finissage previsto per le 17, alla presenza degli artisti e dell'Amministrazione Comunale.

L’idea di CRAC è di abbattere in un certo senso le barriere fisiche per consentire una fruizione piena e ininterrotta delle opere artistiche, svincolando l’esperienza della visita della mostra a orari o giorni prestabiliti.

Lo spazio espositivo consente di ammirare le opere ogni giorno a qualsiasi ora. La sala infatti è illuminata dall’interno e grazie alla vetrina trasparente le opere d’arte sono sempre visibili dall’esterno. Il tutto in un contesto pubblico che richiama il legame tra la storia – CRAC valorizza una parte delle antiche mura cittadine – e la contemporaneità artistica che nello spazio trova ospitalità.

"Vacanza reticolare è uno scivolamento, un ignoto vuoto materico strutturale che si effettua in assenza-  Scrive per questa mostra uno dei due artisti, Simone Pellegrini- Il tempo allora, accusa la caduta e nella distrazione generale in esso si imprime una traccia silenziosa, desolata. Accade per sempre, come un segreto minerale in cui inciampare due volte con l'occhio in piena, che si piange mentre vaga. Si tratta qui di un ritrovamento tardivo, frammentario, periferico in cui gli allora assenti ora convengono. Questa mostra è l'occasione di una frana, la misura tesa tra diseguali che si consegnano a valle dell'immaginario, nella secchezza e per la canicola che rintana il vivente nell'ombra e espone i segni della loro indisponibilità”.

Simone Pellegrini nasce ad Ancona nel 1972. Vive e lavora a Bologna, dove insegna pittura all'accademia di Belle Arti, e dove ha sede il suo studio. La sua carriera d'artista ha inizio nel 1996, durante gli anni di formazione all'Accademia di Belle Arti di Urbino. Dal 2003 con la sua prima personale "Rovi da far calce", a tutt'oggi, si inaugura una lunga stagione di successive mostre e fiere internazionali. Attualmente è con la raffinata personale " Passato in giudicato " in mostra al palazzo Pretorio di Prato.

Daniele Gagliardi nasce a Reggio Emilia nel 1973,lavora tra Reggio e Bologna.
Nel 2016 acquisisce la Laurea di I° livello in Pittura all’Accademia di Belle Arti di Bologna, alla quale fa seguito, nel 2019, la Laurea di II° livello in arti visive nella stessa Accademia .Durante gli anni dell’accademia è tutor all’aula di pittura del Prof. Pellegrini e del Prof. Caccioni. Recentemente ha esposto allo spazio adiacenze di Bologna, al Castello di Levizzano Rangone nella imponente collettiva Ceramica contemporanea. Nuovi Maestri, ed ha partecipato ad una residenza artistica di alcuni mesi presso Porta Aperta di Modena con un intervento specifico

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Arte. Marina Abramović / Estasi al Teatro Anatomico di Modena

    • dal 8 March al 30 June 2020
    • Teatro Anatomico
  • "Requiem for Pompei", al Mata la mostra fotografica di Kenro Izu

    • dal 6 December 2019 al 13 April 2020
    • Mata
  • "Jules Van Biesbroeck. L'anima delle cose.", inaugura a Modena la mostra del pittore belga

    • Gratis
    • dal 6 December 2019 al 6 June 2020
    • Galleria Bper Banca

I più visti

  • Arte. Marina Abramović / Estasi al Teatro Anatomico di Modena

    • dal 8 marzo al 30 giugno 2020
    • Teatro Anatomico
  • Auditorium Ferrari di Maranello, il cartellone della stagione 2019/2020

    • dal 7 novembre 2019 al 7 aprile 2020
    • Auditorium Enzo Ferrari
  • "Requiem for Pompei", al Mata la mostra fotografica di Kenro Izu

    • dal 6 dicembre 2019 al 13 aprile 2020
    • Mata
  • "Jules Van Biesbroeck. L'anima delle cose.", inaugura a Modena la mostra del pittore belga

    • Gratis
    • dal 6 dicembre 2019 al 6 giugno 2020
    • Galleria Bper Banca
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento