Vasiliev a ModenaDanza con i grandi solisti di Mosca e San Pietroburgo

Va in scena mercoledì 12 aprile 2017 alle 21 per ModenaDanza al Teatro Comunale Luciano Pavarotti An Evening with Ivan Vasiliev, spettacolo incentrato su uno dei più grandi ballerini classici del nostro tempo. Vasiliev danzerà con i solisti del Balletto del Teatro Bolshoi di Mosca e del Teatro Mihailovskij di San Pietroburgo. Il programma della serata prevede, nella prima parte, il brano Love is everywhere, coreografia dello stesso Vasiliev, e nella seconda una sequenza di pezzi classici fra i più celebri del repertorio, fra i quali La morte del cigno, di Michail Fokin su musica di Camille Saint-Saëns, il passo a due del Cigno nero dal Lago dei cigni Petipa- Cajkovskij e quello del Don Chisciotte su musica di Ludwig Minkus.

Ospite nei maggiori teatri, dal Metropolitan di New York al Covent Garden di Londra, e a fianco delle più grandi compagnie, dalla Scala di Milano all'English National Ballet, oggi Vasiliev è, a soli 27 anni, uno dei più acclamati ballerini al mondo. Nato in Russia, a Vladivostok, ha studiato al collegio coreografico di Dnepropetrovsk, in Ucraina, e successivamente in quello di Minsk, dove si è diplomato nel 2006. Ancora studente, ha interpretato i ruoli di Basilio in Don Chisciotte e Ali nel Corsaire con il Balletto dell’Opera di Minsk. Nel 2006 è entrato a far parte del Balletto Bolshoi come solista, facendo il suo debutto sulle scene del celebre teatro all’età di 17 anni nel ruolo di Basilio in Don Chisciotte. Nel 2010 viene promosso ballerino principale. Nel 2011 lascia il Bolshoi ed entra a far parte del Balletto Mihailovskij come ballerino principale dove danza le prime parti in grandi classici come Giselle, La bella addormentata, Romeo e Giulietta, La Fille mal gardée, La Bayadère, La Sylphide. Nel corso della sua carriera viene insignito di premi e riconoscimenti prestigiosi ai concorsi internazionali di Varna, Mosca e Perm, con il Triumph Youth Prize, il British Critics’ Circle National Dance Award come migliore ballerino, il Benoit de la Danse per la sua interpretazione in Le Corsaire e ne Le fiamme di Parigi (2009). Nel 2011, riceve il Grand Prix dell’International Dance Open Festival. Nella stagione 2012–13 è primo ballerino dell’American Ballet Theatre. Nel 2014 viene insignito del titolo di Artista emerito della Federazione russa.

È nel 2015 che debutta anche in veste di coreografo, con Ballet n. 1. Nel 2016 presenta anche Morphine, Blind Affair e Boléro, che fanno attualmente parte del repertorio del Teatro Mihailovskij. Nel 2016 il suo nuovo balletto, Love is Everywhere, debutta al Teatro Bolshoi di Mosca. “La storia è ambientata in un ospedale psichiatrico – spiega Vasiliev -. E parla del vero amore: di come si debba conquistarlo, provarlo, combattere per mantenerlo. E parla anche delle paure che ci opprimono, come quella di non essere compresi. Tutti siamo in cerca d'amore. Ma quando lo troviamo, non tutti sono in grado di proteggerlo e mantenerlo”. A proposito della sua strabiliante carriera, che avanza coraggiosamente verso nuove sfide e con libertà sorprendente fra le prime parti delle più grandi compagnie ha dichiarato invece: “Il mio scopo è di essere in costante movimento, cercare sempre qualcosa di interessante e non fermarmi mai.”

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Auditorium Ferrari di Maranello, il cartellone della stagione 2019/2020

    • dal 7 November 2019 al 7 April 2020
    • Auditorium Enzo Ferrari

I più visti

  • Arte. Marina Abramović / Estasi al Teatro Anatomico di Modena

    • dal 8 marzo al 30 giugno 2020
    • Teatro Anatomico
  • Auditorium Ferrari di Maranello, il cartellone della stagione 2019/2020

    • dal 7 novembre 2019 al 7 aprile 2020
    • Auditorium Enzo Ferrari
  • "Requiem for Pompei", al Mata la mostra fotografica di Kenro Izu

    • dal 6 dicembre 2019 al 13 aprile 2020
    • Mata
  • "Jules Van Biesbroeck. L'anima delle cose.", inaugura a Modena la mostra del pittore belga

    • Gratis
    • dal 6 dicembre 2019 al 6 giugno 2020
    • Galleria Bper Banca
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento