A scuola di lirica al Comunale, Mirella Freni torna in cattedra

La Fondazione organizza un corso per 15 cantanti lirici per la produzione dell'opera "Gianni Schicchi". Docente principale sarà proprio l'artista reduce dall'esperienza del Cubec

Esce oggi lunedì 4 aprile 2016 il bando indetto dalla Fondazione Teatro Comunale di Modena per un corso di alto perfezionamento rivolto a quindici cantanti e finalizzato a una produzione lirica. I corsi sono gratuiti in quanto co-finanziati con risorse del Programma Operativo Fondo sociale europeo 2014/2020, e sono rivolti a persone con conoscenze e competenze dell'area professionale dello spettacolo, acquisite attraverso esperienze lavorative e percorsi di istruzione e formazione formali o informali. Parte consistente del percorso di formazione sarà costituito da uno stage durante il quale, nelle ultime settimane di corso, i cantanti saranno impegnati nella produzione dell’atto unico Gianni Schicchi di Giacomo Puccini, da rappresentarsi a gennaio 2017.

Il corso al Teatro Comunale si terrà dal 19 settembre a metà dicembre 2016. Alle materie propriamente pensate per il perfezionamento dell’interpretazione musicale, quali ad esempio la tecnica vocale, lo studio dello spartito e dell’arte scenica, il programma di studio associa una preparazione della tecnica attoriale sviluppata in partenariato con Emilia Romagna Teatro Fondazione. La docenza principale del corso sarà affidata a Mirella Freni, la cui attività didattica, fra le più stimate a livello internazionale, ha avviato come noto numerosi cantanti ai massimi livelli della carriera artistica sui palcoscenici dei maggiori teatri. Si tratta dunque di un ritorno “in cattedra” per la Freni, reduce dall'esperienza della scuola canto Cubec terminata con un addio polemico.

“Oggetto del corso e della relativa realizzazione pratica – dice Aldo Sisillo, direttore del Teatro Comunale che per gli studenti terrà lezioni di diritto e legislazione dello spettacolo -, saranno anche gli elementi caratteristici dei rapporti e delle modalità relazionali tipiche dell'ambiente lavorativo e inevitabilmente escluse dal percorso in classe che il cantante svolge nei consueti centri di formazione. Fra queste, i rapporti con i colleghi, con il personale di palcoscenico, con l'amministrazione, con l'orchestra e il direttore, nonché fattori psicologici ed emotivi connessi allo stress legato al rapporto col pubblico e ai tempi dell’effettiva messa in scena dell'opera”.

Gli aspiranti partecipanti, purché maggiorenni, verranno selezionati sulla base del percorso di studi musicali superiori e delle loro effettive capacità vocali e interpretative, valutate attraverso l’ascolto dei brani audio ricevuti con la domanda - da inviare entro il 30 maggio - e nel corso di un’audizione dal vivo che si terrà dal 5 all’8 luglio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina all'Eurospin, all'ospedale un dipendente colpito con un fucile

  • Elezioni: Provincia di Modena in linea con la Regione. Via Emilia targata Pd

  • Frontale fra auto e camion, 26enne muore sulla Panaria Bassa

  • Acqua "del rubinetto" e tumori alla vescica, uno studio fa luce sulle correlazioni

  • Raro tumore ad una mano, trentenne salvato dalla cooperazione medica tra Modena e Bologna

  • Gli insulti in dialetto modenese più famosi

Torna su
ModenaToday è in caricamento