Aperte le iscrizioni al corso di Educatore Motorio

Sono aperte le iscrizioni al corso di Educatore Motorio per diventare un professionista dell'educazione del corpo, della postura e dei movimenti

Aperte le iscrizioni al corso, unico in Italia, di  perfezionamento in “Educatore motorio” promosso dall’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia. Il profilo professionale del corso, il cui costo è di 2.000 euro per un impegno annuale, punta alla prevenzione delle alterazioni della postura. Ammessi un massimo di 20 partecipanti. Le domande di ammissione entro lunedì 22 settembre 2014.
 
COSA SI STUDIA. Si tratta della seconda edizione del Corso di Perfezionamento in Educatore motorio, primo corso di perfezionamento in Italia espressamente dedicato ai Laureati in Scienze Motorie, promosso dall’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia. Il corso in Educatore Motorio, che ha per sottotitolo “Basi Anatomiche e Biomeccaniche del Movimento Vertebrale - Importanza del Corretto Atteggiamento Posturale”, risponde alle linee guida di un documento, prodotto lo scorso anno da un Tavolo di Lavoro istituito presso il Ministero della Salute alla presenza del Ministro del MIUR e di esponenti Regionali, che ha sottolineato la valenza specifica del Laureato in Scienze Motorie nella prevenzione delle alterazioni della postura. 

Tengo a ribadire l’importante valenza di tale Corso di Perfezionamento - ha dichiarato la prof.ssa Carla Palumbo, Direttore del Corso - in quanto è il primo corso, in Italia, dedicato esclusivamente a professionisti che si occupano dell’insegnamento dell’educazione motoria nelle scuole primarie e secondarie. Tali professionisti sono sempre più coinvolti in diversificati progetti concernenti il “crescere sano” ma la loro competenza è prevalentemente rivolta a dinamiche di gruppo per le quali questi laureati ricevono una formazione universitaria primaria. Sovente, però, tali figure non risultano coinvolte, a pieno titolo, nelle strategie che utilizzano l’attività motorio-sportiva quale strumento di prevenzione, nel cui ambito l’intervento deve essere maggiormente mirato al singolo soggetto, con il proprio assetto posturale, che risulta peculiare da individuo ad individuo. La colonna vertebrale, asse portante biomeccanico del corpo, è una componente molto preziosa dell’organismo e occorre preservarne costantemente e al meglio l’assetto per evitare l’insorgenza di alterazioni posturali e garantire il mantenimento della qualità di vita dalla nascita al periodo evolutivo, nell’età adulta e nel corso della senescenza. Non secondario, inoltre, è il ruolo che tale figura professionale potrebbe rappresentare, all’interno delle scuole di primo e secondo livello, nell’indirizzare i giovani verso un sano e corretto stile di vita”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cinque emiliani contagiati, Bonaccini: "Stiamo valutando chiusura di nidi, scuole, impianti sportivi e musei"

  • Trema la pianura, scossa di terremoto MI 3.4 tra Modena e Reggio

  • Aggiornamento Coronavirus, la situazione in Emilia-Romagna. "Chi ha dubbi chiami il 118"

  • Coronavirus. Tutte le scuole in Emilia-Romagna chiuse fino al 1 marzo

  • Coronavirus. Unimore sospende lezioni ed esami per tutta la settimana

  • La Regione alza l'argine contro il Coronavirus: a Piacenza scuole chiuse. Ma non c'è trasmissione autoctona

Torna su
ModenaToday è in caricamento