Metro | Temperature verso i +40°, domani il picco. Poi rinfresca

L’ondata di caldo africano in atto sta per raggiungere l’apice di intensità: per Lunedì attesi picchi vicino ai +40°. A seguire un graduale ma netto calo termico

Ci avviamo verso la fase più intensa dell’ondata di caldo in atto: già nella giornata di oggi, Domenica 11, i termometri si attestano su valori elevati fin sui +35°. Nelle prossime ore potranno toccarsi anche i +36° in alcune località della pianura centrale (si veda la mappa a sinistra).

Nel corso della giornata di domani, Lunedì 12, è previsto l’ultimo ma intenso sussulto dell’Anticiclone Nord-Africano: la presenza di un’isoterma +22° a 850 hpa (circa 1500 m) determinerà temperature al suolo ancora più elevate dei giorni precedenti.
Il caldo sarà particolarmente intenso sui settori centro-orientali della regione: previste punte di +38°/+39° su bologneseferrarese e pianura romagnola; non sono inoltre da escludere picchiestremi di +40° nelle aree di pianura interna della Romagna.

La disposizione dei venti, che soffieranno da Sud-Ovest nelle zone interne/pianeggianti e da Sud-Est lungo la fascia costiera, influirà in maniera rilevante sulla tipologia di caldo avvertito dalla popolazione: si tratterà di caldo torrido, intenso ma più secco, su pianure centro-orientali, mentre avremo caldo afoso, meno intenso ma ben più umido, lungo la fascia costiera dal ferrarese al riminese.

Da un Lunedì rovente al calo termico

Si potrebbe affermare con cognizione di causa che al caldo africano restano circa 36-48 h di dominio sul nostro territorio: fra Martedì e Mercoledì, con maggiori effetti anche nella giornata di Ferragosto, inizieranno ad affluire correnti atlantiche da Ovest, più umide e più fresche, le quali propizieranno un graduale ma sostanzioso calo delle temperature.

Vediamo dunque di “dare i numeri” del calo termico dei prossimi 2-3 giorni nelle principali cittàdella regione:

  • Piacenza perderà 4° dai +33° di Lunedì ai +29° di Mercoledì;
  • Parma perderà 6° dai +34° di Lunedì ai +28° di Mercoledì;
  • Reggio Emilia perderà 7° dai +35° di Lunedì ai +28° di Mercoledì;
  • Modena perderà ugualmente 7° dai +36° di Lunedì ai +29° di Mercoledì;
  • Bologna perderà ben 9° dai +37° di Lunedì ai +28° di Mercoledì;
  • Ferrara ugualmente passerà dai +37° di Lunedì ai +28° di Mercoledì;
  • Ravenna perderà 8° passando dai +34° di Lunedì ai +26° di Mercoledì;
  • Forlì perderà ben 12° dai +39° di Lunedì ai +27° di Mercoledì;
  • Cesena perderà addirittura 13° dai +38° di Lunedì ai +25° di Mercoledì;
  • Rimini avrà un calo di 9° passando dai +33° di Lunedì ai +24° di Mercoledì.

Quello a cui assisteremo fra Lunedì e Mercoledì sarà un calo termico netto, passando dal caldo africano a umide correnti atlantiche. Ma ciò non significa in nessuna maniera che fra Mercoledì e Giovedì sarà freddo o fresco: valori massimi come quelli attesi per Mercoledì rientrano nelle medie climatiche del mese di Agosto, fatta eccezione per le temperature previste sulle località romagnole, di qualche grado al di sotto della norma. Torneremo a beneficiare di un’Estate “all’italiana”, con caldo nella norma e giornate comunque soleggiate e ventilate.

Il calo termico sarà graduale, spalmato su 48 ore, e non verrà accompagnato da fenomeni intensi o addirittura estremi, come accaduto fra Giugno e Luglio. Si formerà qualche rovescio fra Martedì e Mercoledì, ma non si tratterà di precipitazioni violente o diffuse.

Articolo a cura di Centro Meteo Emilia Romagna

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Indagine sui prezzi nei supermercati: Esselunga e Coop si dividono la spesa online

  • Secchia e Panaro in piena, i ponti restano chiusi. Si contano i danni per gli allagamenti

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Niente comizio in centro per Salvini. E le "sardine" si spostano in Piazza Grande

  • Il Panaro raggiunge livelli ciritici, chiude via Emilia. La situazione della viabilità

  • Salvini arriva a Modena, Anche sotto la Ghirlandina scatta la mobilitazione delle "sardine"

Torna su
ModenaToday è in caricamento