Privavera da siccità record. Il grande caldo è alle porte

Secondo i dati dell'Osservatorio Geofisico del Dipartimento di Ingegneria Enzo Ferrari di Unimore ha vissuto la sua terza primavera meteorologica più calda dal 1830, con +2,3°C sopra la media. Circa 40 centimetri di pioggia in meno rispetto alla media del periodo 1981-2010

Si è chiusa la primavera meteorologica (periodo che va dal 1° marzo al 31 maggio) e secondo i dati raccolti dagli esperti meteo dell’Osservatorio Geofisico del Dipartimento di Ingegneria Enzo Ferrari di Unimore è stata, a Modena, la terza primavera più calda dal 1830. Dall’Osservatorio Geofisico del torrione di Palazzo Ducale i meteorologi hanno riscontrato una temperatura media di 16.3°C che supera di +2.3°C la temperatura media rispetto al periodo 1981-2010. Solo in due annate precedenti la primavera meteorologica è risultata più calda, nel 2007 con 16.6°C e nel 1945 con 16.8°C.

“La primavera del 1945 – spiega Luca Lombroso, meteorologo Unimore - fu una primavera calda, ma, climaticamente, va considerata un episodio isolato. I dati allora non furono rilevati presso l’Osservatorio, chiuso per la guerra, ma presso il Rettorato di via Università e soggetti a una certa sovrastima.  Negli ultimi 10 anni invece le primavere calde sono diventate non più l’eccezione ma la norma, pur in un quadro di forte variabilità da un anno all’altro e all’interno della stessa stagione.”

Quanto a piogge, su Modena riscontriamo nel trimestre primaverile 134.4 mm, inferiore ai 172.1 mm come indicherebbe la climatologia. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Previsioni - Il mese di giugno è stato finora decisamente caldo, con temperature di 5-6°C superiori alle medie stagionali: 30°C ad inizio giugno erano l’eccezione, mentre ora sono diventati quasi la norma. Questo a causa della presenza, già da fine maggio, di un anticiclone a matrice subtropicale. Nella giornata di oggi, 6 giugno, le temperature subiscono un calo per il transito di un fronte freddo di origine atlantica, ma sarà un episodio temporaneo che produrrà solo una parziale e temporanea rinfrescata. Da mercoledì si espanderà prima l’anticiclone delle Azzorre, con belle giornate e temperature gradevoli, con massime 27-28°C fino a venerdì. Per il fine settimana è probabile la prima espansione del 2017 dell’anticiclone africano, che potrebbe portare le temperature rapidamente a 34-36°C.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 71 nuovi positivi, di cui 48 asintomatici. A Modena focolaio in un prosciuttificio

  • Covid. Altri 18 contagiati nel focolaio del salumificio di Castelnuovo

  • Viaggia con la figlia e 32 kg di marijuana in auto, arrestato in A1

  • Frontale nelle campagne di Soliera, muore un ragazzo di 20 anni

  • Contagio, 7 casi nel modenese. Uno è in ospedale

  • Forno rumoroso in centro storico, sequestrati i locali per la produzione

Torna su
ModenaToday è in caricamento