Punti importanti per Schenetti al Rally dell'Alto Appennino Bolognese

Il pilota di Maranello, in gara con la Peugeot 208 R2 di Baldon Rally, allunga nella Michelin Zone Rally Cup, grazie al quarto posto ottenuto sull'appennino bolognese.

Sandro Schenetti ha vestito i panni del ragioniere, in occasione del recente Rally Alto Appennino Bolognese, e grazie al quarto posto ottenuto, al volante della Peugeot 208 R2 targata Baldon Rally, ha consolidato la propria leadership. Il pilota di Maranello, impegnato in quest'annata nella rincorsa alla Michelin Zone Rally Cup, ha ottenuto il bottino pieno sull'appennino bolognese ed ora vanta ben diciotto punti su Turrini. Il RAAB, in versione moderna, ha quindi sorriso al sodalizio di Castelgomberto, il quale ha messo a disposizione del modenese una vettura che non ha mai dato alcun tipo di problema.

“Era la prima volta che scendevamo al Rally Alto Appennino Bolognese” – racconta Baldon (titolare Baldon Rally) – “e dobbiamo dire che siamo molto soddisfatti del risultato di Schenetti. Già durante lo shakedown aveva ripreso rapidamente confidenza, con la nostra Peugeot 208 R2, ed il passo gara ne è stato poi la conferma. L'obiettivo di Sandro era quello di incamerare quanti più punti possibili per la Michelin Zone Rally Cup. Alla fine ha ottenuto il massimo possibile ed ora comanda la quinta zona. Siamo molto contenti di averlo supportato al meglio.”

Con alcuni nomi ingombranti al via, vedi Rovatti e Guglielmini, si capiva ben presto che la lotta per il successo finale sarebbe stata di un livello molto alto. Il primo giro sulle tre speciali di “Castel di Casio”, “Baigno” e “Bombiana” vedeva Schenetti, affiancato da Alberto Corradi alle note, insediarsi ai piedi del podio virtuale, a soli tre secondi da Zini, ma con un margine di una decina su Turrini, diretto rivale nel monomarca Michelin. Seconda tornata sul trittico di prove in programma e l'alfiere di Baldon Rally staccava, in apertura, un buon terzo tempo di classe R2B, rafforzando la propria quarta piazza. Con una classifica abbastanza delineata i concorrenti si lanciavano sugli ultimi tre impegni e Schenetti, data l'impossibilità di agganciare il podio ed il buon margine su Turrini, decideva di gestire il proprio passo con l'occhio puntato alla classifica della Michelin Zone Rally Cup. Alla quarta posizione finale va ad aggiungersi un ottimo quattordicesimo nell'assoluta, mettendo in riga anche vetture nettamente più performanti.

“Il quarto posto deve essere valutato anche in ottica degli avversari presenti al via” – aggiunge Baldon – “e stare davanti ad un consolidato piedone, come Rovatti, e ad un giovane talento, come Guglielmini, non era una passeggiata. Possiamo considerarli tranquillamente dei professionisti delle due ruote motrici. Vorrei fare i miei personali complimenti a Sandro perchè per stare al passo di questi avversari, limitando i distacchi, è stato davvero molto bravo. Dal canto nostro siamo molto contenti anche sul lato tecnico. La nostra Peugeot 208 R2 si è comportata benissimo, senza dare alcun tipo di problema al nostro pilota. Abbiamo, come di consueto, cercato di mettere sul campo tutta la nostra esperienza, seppur non conoscessimo il percorso, per assecondare il nostro pilota e metterlo nelle condizioni di esprimersi nel miglior modo possibile. Un'altra esperienza positiva, da archiviare, in questa proficua stagione 2019.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Telefonate mute e squilli dalla Tunisia, anche a Modena boom di truffe "ping calls”

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Il futuro dell’Oncologia modenese, riconoscimenti per tre giovani ricercatori

  • Madre denuncia la scomparsa del figlio, rintracciato in carcere a Oslo

  • "Buonasera, io sarei ricercato", ladro ventenne si presenta in caserma con la madre

  • Malfunzionamento della caldaia: padre, madre e bimba di 2 anni al pronto soccorso

Torna su
ModenaToday è in caricamento