homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Giunta Muzzarelli, è Andrea Bosi (Sel) il nuovo assessore

Nominato dal sindaco Muzzarelli dopo le dimissioni di Ingrid Caporioni. Deleghe confermate e un nuovo progetto per la Promozione della cultura della legalità

Andrea Bosi, 33 anni e coordinatore di Sel Modena, è il nuovo assessore della giunta del Comunale. Lo ha nominato oggi, martedì 9 febbraio, il sindaco Gian Carlo Muzzarelli dopo le dimissioni di Ingrid Caporioni presentate mercoledì della scorsa settimana. Al nuovo assessore, oltre alle deleghe già attribuite a Caporioni (Lavoro, Formazione professionale, Partecipazione, Quartieri, Centro storico, Pari opportunità), è stato affidato un progetto di Promozione della cultura della legalità.

Bosi, laureato in giurisprudenza, master in Civic Education organizzato dall’associazione Ethica in collaborazione con il James Madison Program dell’Università di Princeton (Usa), attualmente è dottorando di Ricerca alla Scuola di Dottorato in Scienze Giuridiche “La cultura giuridica europea dell’impresa e delle istituzioni” del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Modena e Reggio Emilia, dove sta svolgendo il suo terzo anno di corso. Dal giugno del 2014 è coordinatore cittadino di Sel.

La nomina è stata preceduta nel corso della mattina da un incontro politico richiesto al sindaco dallo stesso Bosi dopo l’assemblea serale di Sel per chiarire gli indirizzi di lavoro della Giunta e dell’assessorato. In particolare, tra i temi affrontati, c’è stata la conferma degli impegni sulla promozione della partecipazione e per la riforma degli istituti di partecipazione, in avanzato stato di elaborazione da parte del Consiglio comunale; la conferma dell’investimento per la realizzazione della Casa delle donne, con la riqualificazione di Villa Ombrosa, e più in generale per l’impegno sulle Pari opportunità; l’impegno nella riqualificazione dell’area ex Amcm con rilevante destinazione a finalità culturali, come indicato dal sindaco in Consiglio; la garanzia che il percorso partecipativo indicato per l’elaborazione del Psc sia il più ampio e inclusivo possibile.

Il sindaco Muzzarelli ha ribadito che gli obiettivi sono parte qualificante del programma dell’amministrazione, come conferma la proposta di bilancio preventivo già illustrata al Consiglio comunale, e che è “volontà della giunta e della maggioranza di procedere con coerenza e determinazione”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Carcere di Modena fuori controllo, 130 agenti chiedono il trasferimento

    • Cronaca

      Cemento depotenziato, la Regione svela le irregolarità sull'Aula Magna di San Felice

    • Cronaca

      Minaccia l'ex moglie e cerca di portare via il figlio, 30enne in carcere

    • Cronaca

      Tumore al seno: il Policlinico è uno dei 14 ospedali italiani certificati a livello europeo

    I più letti della settimana

    • Campanella d'allarme per i docenti. “A rischio inizio regolare dell'anno scolastico”

    • Bretella, pronte a partire le indagini e i rilievi “sul campo” di AutoCS

    • Nuovi varchi ZTL anti-furbi, attivazione a settembre

    • Aumenti tariffe bus, SETA: “Non abbiamo deciso noi”

    • Consiglio Comunale, dopo il rinvio il Pd approva gli aumenti tariffari Seta

    • L'omicidio di Bernardetta Fella e i limiti dei servizi sociali. “Carenze normative”

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento