Caso Terremerse, Vasco Errani assolto. "Ora torni in campo"

Assolto con formula piena, perchè il fatto non sussiste. La Corte d'Appello di Bologna lo ha prosciolto dall'accusa di falso ideologico: 'Quando è in discussione l'onestà vivi un dolore intimo, interiore che è impossibile dimenticare'

E' stato nuovamente assolto l'ex presidente della regione Vasco Errani, con formula piena, perchè il fatto non sussiste. Il collegio della terza sezione penale della Corte d'Appello di Bologna, presieduto da Cecilia Calandro, lo ha prosciolto dall'accusa di falso ideologico nell'ambito della vicenda Terremerse. Assolti anche i due dirigenti della Regione Filomena Terzini e Valtiero Mazzotti, accusati di falso ideologico e favoreggiamento.

All'origine del processo, la lettera e la relazione inviate da Errani alla Procura di Bologna per dimostrare la correttezza dell'operato della Regione nella concessione, avvenuta nel 2006, di un finanziamento di un milione di euro per la costruzione di una cantina a Imola alla cooperativa Terremerse, allora guidata dal fratello dell'ex governatore Giovanni Errani, anche lui assolto da una parte delle accuse e prescritto per falso e truffa. Lo scorso 30 marzo i giudici del Tribunale di Bologna hanno assolto la cooperativa dall'accusa di truffa aggravata. Esattamente un anno fa era stata annullata la sentenza di condanna per l'ex governatore Vasco Errani, assolto in primo e condannato a un anno per falso ideologico in appello. Il verdetto del giudice della suprema corte aveva rimandato al mittente il processo di secondo grado poichè la Corte d'Appello aveva emesso una sentenza "politica".

"Finalmente è finita", ha scritto l'ex presidente della Regione Emilia-Romagna sul suo profilo Facebook "con questa sentenza si chiude una lunga vicenda processuale che forse non avrebbe dovuto nemmeno aprirsi. Si afferma così in modo definitivo la verità". Dopo l'apertura dell'inchiesta Vasco Errani si dimise dalla sua carica di presidente della Regione: "Ho pagato un prezzo altissimo e ciò peraltro ha coinvolto un'importante Istituzione come la Regione Emilia-Romagna, ma sono orgoglioso di avere sempre avuto un comportamento corretto e coerente di lealtà e pieno rispetto delle Istituzioni che per me vengono sempre prima delle vicende, anche le più ingiuste, che coinvolgono una persona". 

"Abbiamo bisogno di una personalità come Errani - ha commentato il governatore Bonaccini, invocando chiaramente un ritorno in campo di Vasco Errani - Siamo soddisfatti, ce lo auguravamo ovviamente, ce lo aspettavamo per come abbiamo conosciuto Vasco e il suo rigore. Adesso lo aspettiamo - dice Bonaccini - perchè torni a darci una mano, perchè credo sia l'espressione della migliore classe dirigente che il Pd può mettere in campo. Se lui è disponibile? Quello che so è che c'è una profonda stima reciproca tra Renzi ed Errani. Del resto Renzi venne a dire di Vasco quando venne condannato che aveva piena fiducia nel suo lavoro e nella sua onestà. Mi auguro che Vasco possa essere richiamato al servizio del Pd o del paese, non lo so, dove si decide".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’Italia ha la sua Miss Curvyssima 2019, incoronata a Vignola Deborah Spada

  • Meteo | Nevicate fino a quote basse, in arrivo la nuova perturbazione

  • Trova un portafogli al Novi Sad e lo restituisce, ricompensata con una cesta natalizia

  • Svaligiato un agriturismo a Nonantola, le attrezzatture ritrovate in vendita in un negozio di Castelnuovo

  • Meteo | Un venerdì difficile tra pioggia, neve e rischio gelicidio

  • La Polizia gli sequestra l'auto, lui entra di notte nel deposito e la riprende. Denunciato

Torna su
ModenaToday è in caricamento