lunedì, 22 dicembre 4℃

Comunicato stampa

Boschini (Pd) risponde a Sel: "Confronto di merito, fuori dagli slogan"

Comunicato -  
Redazione 17 giugno 2011

«I risultati delle scorse amministrative e dei referendum sono un enorme patrimonio comune di tutto il centrosinistra e di tutte le forze e i movimenti che in vario modo vi hanno contribuito. Non è quindi molto utile “farsi interpreti” privilegiati di questo bisogno di cambiamento, come se le altre forze dello stesso schieramento non lo fossero anch’esse. Il centrosinistra vince solo se è unito in tutte le sue molteplici espressioni. Questa lezione fondamentale ci viene dalle due volte in cui abbiamo governato insieme a livello nazionale, ci viene da Milano, e soprattutto ci viene ogni giorno dalla nostra gente, che ci chiede sempre una sola cosa: non litigate. E’ una lezione che il Partito democratico, anche faticosamente, ha imparato, e negli ultimi tempi sta provando ad applicare. E’ fondamentale che la condividiamo e la applichiamo tutti.

Perciò, se da parte di SEL ci sono critiche e riserve sull’azione politica del Partito democratico e della Giunta, a Modena come ad altri livelli, l’unica cosa da fare è sedersi a discutere, anche duramente, senza sconti. La via dell’attacco pubblico rischia di essere una facile scorciatoia che non costruisce nulla del futuro insieme di cui abbiamo bisogno, e che sempre e ancora auspichiamo.

Quanto poi alla richiesta di primarie di coalizione per il futuro sindaco, Sel sa benissimo che il Partito democratico non solo le teorizza ma le pratica, unico tra i partiti italiani. Detto questo a noi pare che in questo momento, a tre anni dal voto, ci si debba concentrare sui problemi di merito e non su quelli di metodo.

All’indomani di amministrative e referendum, in quella che speriamo sia l’alba di una nuova stagione per il nostro paese, con la responsabilità che deriva dal pesantissimo quadro storico in cui ci troviamo, rinnoviamo perciò a SEL, come ad ogni altra forza politica dell’area del centrosinistra, la nostra disponibilità e l’invito al confronto più vero e approfondito, che già avevamo lanciato loro in contatti diretti nei giorni scorsi. Però questo confronto avvenga nel merito, fuori dagli slogan e soprattutto senza pistole sul tavolo, costituite dalla adesione a sbrigativi giudizi sulla città e sull’operato della Giunta. Come ci si può definire preoccupati, ad esempio, per le scelte ambientali di una città come Modena, che dal 2008 ad oggi nelle diverse classifiche di Legambiente ha vinto il premio “Ecosistema per il bambino”, 24ma come qualità dell’Ecosistema Urbano a livello nazionale, ma prima per quantità di verde pubblico pro-capite, ottava per capacità della amministrazione comunale di attivare una serie di strumenti a favore della mobilità sostenibile, e che attualmente guida l’associazione europea delle “Città Sane”, una delle città più avanzate in Italia nel fotovoltaico e negli standard di risparmio energetico in edilizia…?  I giudizi sommari sulla politica dell’amministrazione rischiano di alimentare luoghi comuni quando invece c’è bisogno di rigore tecnico e di approfondite analisi di merito.

L’invito perciò è immediatamente all’incontro e a dare luogo al percorso di merito ipotizzato nei giorni scorsi, ma a toni abbassati e, si spera, con tanta voglia di lavorare su fatti, dati e numeri, rispetto ai quali – siamo certi – la realtà di quello che unisce le nostre politiche prevarrà sulla percezione e sulla volontà di chi potrebbe utilizzare strumentalmente le divisioni all’interno del centrosinistra».

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

Giuseppe Boschini