Camposanto. Neri: "Quanti soldi si spenderanno? Un nuovo campo nomadi non è la priorità"

NERI (Candidato Sindaco): “Le priorità non possono essere queste. L’Amministrazione uscente ha lasciato indietro gli italiani.” On. Golinelli: “La ‘ristrutturazione’ in corso si aggira su 200.000 euro. Negli ultimi decenni quanti denari pubblici hanno speso per il campo nomadi di Camposanto?"

Ieri pomeriggio il neo deputato leghista Guglielmo Golinelli, accompagnato dal candidato sindaco Mauro Neri e dal consigliere  provinciale FI Antonio Platis, ha verificato lo stato dei lavori del nuovo campo nomadi di Camposanto.

“Qui le ruspe sono partite, ma non come intende il nostro leader Matteo Salvini. In Emilia – ironizza l’on. Golinelli – le pale meccaniche servono per costruire un nuovo e più accogliente campo nomadi. Una vera follia pagata dai cittadini, ben 200mila euro che si vanno ad aggiungere ai tanti aiuti forniti negli anni. Il conto è sicuramente salato, anzi salatissimo. Per questo vorrei conoscere ‘al centesimo’ quanto hanno speso per i nomadi di Camposanto. Inoltre sarebbe interessante sapere se l'area provvisoria in cui oggi sono ospitate le roulotte è fornita di tutti gli scarichi ed allacciamenti previsti dalla normativa”.

“Abbiamo scelto – spiega Mauro Neri, candidato sindaco di tutto il centro destra – come slogan della campagna “prima gli italiani”. Può sembrare banale, ma non è così. Oramai le sinistre hanno invertito e stravolto ogni logica ed anche le cose di più buonsenso non vengono fatte, costringendo i camposantesi a sentirsi cittadini di serie B. Con tutti i problemi che ha il nostro paese e, soprattutto, la nostra scuola elementare fa male vedere i contributi della Regione cadere a pioggia su questa ristrutturazione. Quante volte – spiega amaro Neri – ci hanno detto che i tecnici sono oberati di pratiche, ma per questo progetto invece hanno trovato il tempo”.

Stiamo parlando di un investito di circa 200mila euro di cui 40mila sulle ‘spalle’ del comune – spiega Antonio Platis, consigliere provinciale di Fi. - con questi lavori sarà rifatta tutta l’impiantistica, i servizi e spazi coperti per l’area nomadi. Nel frattempo il Comune e la Regione hanno adattato l’ex piazzale SETA a campo provvisorio, nell’attesa che i lavori finiscano. È incredibile che questa comunità benefici ancora di privilegi, visto che, oramai, di nomade ha bene poco; da oltre 50 anni, infatti, si è stabilita a Camposanto.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Secchia e Panaro in piena, i ponti restano chiusi. Si contano i danni per gli allagamenti

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Tortellini e gnocco fritto nel cuore della City, "Bottega Modena" sbarca a Londra

  • Niente comizio in centro per Salvini. E le "sardine" si spostano in Piazza Grande

  • Salvini arriva a Modena, Anche sotto la Ghirlandina scatta la mobilitazione delle "sardine"

  • L'acqua filtra nelle cisterne, automobilisti in panne al distributore

Torna su
ModenaToday è in caricamento