Dimissioni irrevocabili della Caporioni, SEL cerca un nome nuovo

Clima freddo tra Ingrid Caporioni e i suoi, sintomo di un malessere personale oltre che politico. Il partito pensa ad un sostituto e tratta informalmente con il Pd. Muzzarelli: "Risolveremo in breve tempo". Andrea Bosi in pole?

Nessuna questione politica particolare e nessun rimpasto di giunta all'ordine del giorno. Il sindaco di Modena, Gian Carlo Muzzarelli, sembra sfumare sulle dimissioni del suo assessore in quota Sel, Ingrid Caporioni, arrivategli via lettera oggi da parte della diretta interessata. Il sindaco ha negato "incontri politici" formali nelle prossime ore, nonostante sia in corso qualche contatto col Pd, con Sel e coi suoi dirigenti, a partire dal coordinatore comunale Andrea Bosi, che anche oggi si è visto in municipio. 

Tuttavia, Muzzarelli, colto un po' di sorpresa stamane dalla lettera di Caporioni nonostante il rapporto con la diretta interessata fosse 'delicato' non da oggi, ha promesso che la questione verrà risolta "in breve tempo", e dunque ci si lavora già. Secondo i più ottimisti, entro la settimana potrebbe esserci il nome del sostituto di Caporioni. Potrà essere Bosi? Va valutata la questione delle quote rosa in giunta, da rivedere con l'uscita di Caporioni, e in ogni caso un'assemblea di Sel già convocata per stasera dovrebbe sfornare più di un candidato da indicare al sindaco. Il quale, appunto, potrebbe optare per un avvicendamento 'secco' di Caporioni, riassegnando le deleghe fra gli assessori con un possibile riassetto di giunta, più che un rimpasto o un rimpastino, a giugno. Intanto, da parte di Muzzarelli e dei suoi la questione Caporioni viene definita tutta "personale". Nelle sette righe di lettera inviatagli oggi dall'ormai suo ex assessore, o "assessora" come si dice in Comune a Modena dopo gli slanci paritari abbracciati in questi mesi proprio da Caporioni, si lamenta una certa "mancanza di fiducia" e pure "di rispetto".

Le spine 'ufficiali' restano quelle legate alle difficoltà sul Psc e sui quartieri, ma la realtà è che l'ex assessore sta accusando nel suo ruolo un certo disagio e un certo stress, fisico e mentale, ormai non più sostenibile. Ne ha avuto conferma chi ha visto Caporioni a margine della tormentata riunione di giunta di martedì, con gli occhi lucidi e piuttosto turbata. Racconta a caldo, parlando alla DIRE, Caporioni: "Più che di merito è una questione di metodo tra me e il sindaco, e lui sa. Sì, ho sentito mancare nei miei confronti fiducia e rispetto. Le dimissioni sono irrevocabili". 

Caporioni si mostra fuori dai giochi, ormai: "L'assemblea di Sel di stasera è arrivata troppo tardi, si sapeva da tempo della mia vicenda. Voglio starne fuori, da tanti giochi e giochetti. In queste ore sto ricevendo tanti attestati di stima. Non ho bisogno di visibilità e poltrone, e col lavoro sulle mie deleghe ho dato una linea. Ci sono altri che, da tempo, volevano la mia poltrona. Anche dentro Sel? Si', anche li'...", conclude Caporioni. 

(DIRE)

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Controlli fra Tempio e stazione, arrestato giovane spacciatore

    • Cronaca

      Schianto in moto, centauro perde la vita sulla via Emilia

    • Cronaca

      A processo per minacce, Faso rimosso dal Comando della Municipale

    • Cronaca

      Rubano gasolio comunale per venderlo al distributore, vigile e benzinaio in arresto

    I più letti della settimana

    • Accordo raggiunto, la pista ciclabile Bologna-Verona pronta nel 2018

    • Ponte Alto, festa Pd in calo. Scendono del 12% presenze e incassi

    • Ricongiungimento famigliare, il Tribunale di Modena fa infuriare la Lega

    • Bando aggiudicato, alle ex Poste un nuovo polo dello spettacolo

    • Sistema verso il collasso? In Emilia 64 pensionati ogni 100 lavoratori

    • Comune unico nella Bassa, il Pd: "Il processo parta presto, pure graduale"

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento