Celloni (Mpa): "Regole uguali per tutti e agevolazioni sui dehors"

Si sta parlando tanto di dehors e gazebo in questi giorni e anche Sergio Celloni propone la sua visione sull'argomento proponendo una nuova regolamentazione meno restrittiva e uguale per tutti

E' un argomento che sta scaldando il clima della città quello dei dehors e gazebo installati da bar a ristoranti. Qualcuno li ha criticati duramente, soprattutto nel caso del Caffè Concerto, ma Sergio Celloni, consigliere dell'Mpa, propone una lettura diversa del tema intervenendo con un'interrogazione per chiedere che sia data più libertà e regole uguali per tutti. Queste strutture esterne, secondo Celloni, sono un incentivo per i cittadini a raggiungere il centro storico, soprattutto in questo periodo natalizio, e rivitalizzerebbero varie zone della città. Purtroppo però sono tante le multe arrivate ad alcuni locali, ma non a tutti: perciò si chiede di valutare la possibilità di varare un regolamento specifico e uniforme, valido per tutto il Centro Storico e per la periferia, introducendo forme di agevolazione, più che divieti. "Gli imprenditori non sono mucche da mungere - ha detto Celloni - ma persone che si alzano presto tutte le mattine per aprire i loro esercizi e lavorare contribuendo all'economia e al benessere di tutti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Contagio. Sforata quota 10mila positivi, con 800 nuovi casi. "Trend in diminuzione"

  • Produzione ferma per troppe malattie, l'azienda prepara la denuncia poi ritratta

  • Boato e lieve scossa di terremoto, epicentro a Cavezzo

  • Centri commerciali e negozi, in Emilia-Romagna sabato e domenica confermate le chiusure

  • Dalla “spesa di guerra” alla “spesa di conforto”, cambiano gli acquisti da quarantena

  • Record di nuovi casi positivi a Modena. Le vittime salgono di altre 11

Torna su
ModenaToday è in caricamento