“Una buona notizia”, il Pd saluta la chiusura Cie di Modena

La senatrice Rita Ghedini esulta per la chiusura della struttura di via Lamarmora: “Sebbene in una situazione emergenziale, nulla può giustificare trattamenti che poco hanno a che fare con il rispetto della dignità umana e dei diritti dell'uomo”

La soppressione con decreto del Ministro dell'Interno, di concerto con il Ministro dell'Economia e delle Finanze, del centro di identificazione ed espulsione di Modena, è una buona notizia. Un obiettivo per il quale ci siamo lungamente battuti. Le condizioni di vita nei Cie sono da sempre inaccettabili e sono diventate disumane dopo l'intervento voluto da Maroni nel 2009 con il Decreto sicurezza”. Lo ha affermato ieri la senatrice del Partito Democratico Rita Ghedini, dopo l'ufficializzazione della chiusura della struttura modenese. 

“I gravi fatti accaduti qualche giorno fa, come la protesta degli immigrati residenti nel Cie di Porta Galeria a Roma, sono solo uno dei molti episodi - aggiunge - che mettono in evidenza come sia sempre più necessario pensare a modifiche della legge Bossi Fini ed al superamento dei Cie, così come già proposto da una mozione presentata e approvata alla Camera un paio di settimane fa, e che speriamo venga approvata al più presto anche in Senato, in cui si chiede di avviare un processo di cambiamento verso un modello di accoglienza dei migranti, degli asilanti e dei rifugiati degno di un Paese civile, nella consapevolezza che, sebbene in una situazione emergenziale, nulla può giustificare trattamenti che poco hanno a che fare con il rispetto della dignità umana e dei diritti dell'uomo”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Naturalmente - afferma Rita Ghedini - mi auguro che la stessa sorte, ovvero la chiusura definitiva, possa riguardare anche il Cie di Bologna, chiuso da tempo in via transitoria, affinché si cominci proprio dall'Emilia-Romagna quel processo di revisione per arrivare ad una legislazione organica sul modello europeo dell'immigrazione al fine di dare accoglienza umana a chi sopravvive a viaggi della speranza”. (ANSA)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 4 luoghi in Appennino Modenese che non puoi non vedere

  • Via Emilia, giovane accoltellato in pieno centro storico

  • Venerdì sera, ritorna la movida. Multati sei locali del centro storico

  • Ritrova una busta con 1.150 euro e la consegna ai vigili, era l'incasso di un commerciante

  • Tragedia accanto allo scalo merci, muore schiacciato dalla propria auto

  • Contagio. In provincia 11 casi, di cui 6 asintomatici del focolaio di Carpi

Torna su
ModenaToday è in caricamento