Accordo con Autobrennero: Muzzarelli esulta, la sinistra protesta

Firmato l'annunciato accordo con Autobrennero, che permetterà di avviare le tanto discusse arterie autostradali. Le forze di sinistra si coalizzano e presentano 3.000 firme contro i progetti all'eurodeputata Schlein (Sel)

"La firma di oggi valorizza il capitale infrastrutturale che rappresenta un patrimonio per tutto il territorio. è un primo passo ma molto importante anche perchè il ministero ha confermato le infrastrutture come la Bretella modificata" e 'liberatà dai caselli, "la Cispadana e la Ferrara-mare opere fondamentali per tutto il territorio". Cosi' Gian Carlo Muzzarelli, presidente della Provincia di Modena, esulta oggi dopo aver firmato a Roma l'accordo di programma tra Stato e enti locali sulla tratta dell'Autobrennero A22. Nonostante le proteste di comitati e associazioni 'contro' che anche oggi hanno tenuto banco in conferenza stampa a Modena sulla Bretella, (gli alleati di Muzzarelli in Comune targati Sel parlano di "sciagurato disegno") si avvia ufficialmente il percorso destinato a concludersi con la concessione trentennale della gestione stessa a una società totalmente pubblica, partecipata e controllata dai soci pubblici.

"Vengono valorizzati, inoltre, ruolo e protagonismo delle autonomie locali e soprattutto si riavviano investimenti a vantaggio di cittadini ed imprese", per dirla con Muzzarelli. Secondo il quale, quindi, opere come la Bretella Campogalliano-Sassuolo e la Cispadana sono importanti "non solo per assicurare maggiore competitività al territorio modenese ma anche per contribuire a snellire il traffico con positive ricadute in termini ambientali; l'intermodalità ferro-gomma, infatti, il miglioramento della rete stradale e la realizzazione del collegamenti ferroviari consentono una connessione sicura e sostenibile delle nostre merci verso l'Europa".

L'accordo firmato oggi prevede che lo Stato, sulla base dell'intesa degli enti locali, affidi, tramite concessione trentennale, la gestione dell'A22 a una società a totale capitale pubblico, come previsto dalla direttiva europea 23 del 2014 (la Provincia di Modena detiene una quota del 4,24% della società Autobrennero). La società affidataria assume gli obblighi del servizio pubblico, compresi la progettazione e la realizzazione degli investimenti, anche quelli appunto acquisiti tramite gare europee da Autostrada del Brennero, come la bretella Campogalliano-Sassuolo, la Cispadana e il raccordo autostradale Ferrara-Porto Garibaldi.

Intanto, dal comitato dei critici si levano nuove voci contrarie come appunto quella di Sel, che segnala l'iniziativa di sabato mattina alla polisportiva di Formigine, dalle 9.45, per ribadire il no alla Bretella e il si' allo sviluppo delle tratte ferroviarie dello stesso territorio. Parteciperà all'incontro l'europarlamentare Elly Schlein; nel corso della mattinata le verranno consegnate le 3.000 firme raccolte contro la Bretella, in attesa di perfezionare le "nuove iniziative di lotta".

(DIRE)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina all'Eurospin, all'ospedale un dipendente colpito con un fucile

  • Elezioni: Provincia di Modena in linea con la Regione. Via Emilia targata Pd

  • Frontale fra auto e camion, 26enne muore sulla Panaria Bassa

  • Raro tumore ad una mano, trentenne salvato dalla cooperazione medica tra Modena e Bologna

  • Acqua "del rubinetto" e tumori alla vescica, uno studio fa luce sulle correlazioni

  • Gli insulti in dialetto modenese più famosi

Torna su
ModenaToday è in caricamento