La Festa de l’Unità di Ponte Alto diventa "Casa Emilia", le anticipazioni sul programma

La Festa provinciale del Pd modenese sarà ospitata nella consueta area di Ponte Alto dal 23 agosto al 16 settembre. Già completato il programma degli spettacoli all’Arena sul lago. In fase di elaborazione quello degli incontri politici

L’Emilia è casa, la Festa de l’Unità è casa. E’ per questo che abbiamo scelto come slogan della Festa provinciale de l’Unità le due parole Casa Emilia": il segretario provinciale del Pd modenese Davide Fava presenta, con orgoglio, le prime novità dell’edizione 2019 della Festa che si terrà, come da tradizione, nella consueta area di Ponte Alto. La Festa prenderà avvio venerdì 23 agosto e terminerà lunedì 16 settembre (turno di chiusura il lunedì).

“Abbiamo già messo a punto il programma degli spettacoli all’Arena sul lago – conferma Fava – stiamo lavorando al programma delle iniziative politiche e culturali. A Ponte Alto, però, i nostri volontari sono già al lavoro per dare “gambe” alle novità e ai miglioramenti che abbiamo in mente per la Festa”.

Di spessore il cartellone degli spettacoli all’Arena sul lago. “Ci saranno concerti a pagamento e spettacoli a ingresso gratuito – conferma il responsabile delle Feste nella Segreteria provinciale Pd Marcello Mandrioli – Sono già in vendita i biglietti per “Pinguini tattici nucleari” (6 settembre), Loredana Berté (7 settembre), Edoardo Bennato (10 settembre) e Max Gazzé (14 settembre). Per il resto abbiamo messo a punto un cartellone che ha l’ambizione di portare a Modena alcuni degli artisti più amati dai nostri visitatori. Tornano, infatti, storici amici della Festa come i comici Giuseppe Giacobazzi (4 settembre) e Paolo Cevoli (28 agosto), cantautori come Ron (29 agosto) e Luca Carboni (27 agosto), e inedite combinazioni come Dario Vergassola e Moni Ovadia (11 settembre) e Cristina D’Avena e i Gem Boy (5 settembre). Attesa anche per Joe Bastianich in veste di musicista (8 settembre) e per i Boomdabash che il 12 settembre recupereranno il concerto saltato l’anno scorso a causa del maltempo”.

“Visto il buon risultato della Festa nel 2018 – conclude Maino Benatti, tesoriere provinciale Pd – puntiamo a replicare anche quest’anno, grazie anche alle migliorie e ai nuovi apporti su cui potremo contare. Colgo l’occasione, fin da ora, per ringraziare tutti i volontari che già in queste settimane sono al lavoro a Ponte Alto per approntare l’area e predisporre le strutture secondo il nuovo progetto”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto a soli 37 anni Giuseppe Loschi, medico del Modena Fc

  • Carambola fra quattro auto in via Giardini a Formigine, grave un'anziana

  • Sospetto caso di Dengue, disinfestazioni in tre aree della città

  • Il ladro finisce in carcere e ringrazia i carabinieri che comprano i pannolini per il figlio

  • Gravi incidenti in sequenza, martedì nero sullo snodo autostradale di Modena

  • Prevenzione dell’ictus, la Chirurgia Vascolare di Baggiovara introduce una nuova variante

Torna su
ModenaToday è in caricamento