Congresso Pdl: iscritti extracomunitari e tesserati di altri partiti

Persone iscritte a Fli e Forza Nuova, stranieri senza permesso di soggiorno, campani legati al mondo dell'imprenditoria edile: questi alcuni dei soggetti tesserati nel Pdl in vista del congresso. Lo ha rivelato Isabella Bertolini

Più che un congresso di partito pare più una fiera dell'est che, a questo punto, pare avere affossato ogni minima parvenza di credibilità di quella formazione che, in teoria dovrebbe guidare l'opposizione nella provincia di Modena. Nel Pdl geminiano, in vista del primo congresso provinciale, sono stati tesserati iscritti di Fli e Forza Nuova, stranieri senza permesso di soggiorno, soggetti legati al mondo dell'imprenditoria edile (tutti provenienti dalla Campania). Ecco cosa è emerso dai primi controlli sui tesserati del Pdl modenese, dopo l'arrivo del commissario Denis Verdini. Lo ha rivelato l'ex coordinatore provinciale Isabella Bertolini all'Agenzia Giornalistica Dire: "È venuto fuori quello che avevo segnalato io - ha affermato - ci sono diverse persone con la stessa provenienza geografica, tutte legate al mondo dell'edilizia. Ora stiamo facendo i controlli negli otto Comuni dove sono concentrate queste presenze".

COMUNI SOSPETTI - Castelfranco, San Cesario, Bomporto, Ravarino, Nonantola i comuni indicati da Isabella Bertolini come "sospetti": a questo elenco oggi il vicepresidente dei Deputati Pdl ha aggiunto Carpi ma non ha completato il conteggio di otto comuni sciogliendo la riserva sui nomi mancanti. Alcune indiscrezioni, indicherebbero i centri della bassa di Cavezzo e San Prospero. "Ad oggi - ha spiegato il deputato - abbiamo già tolto più di 100 persone, fra cui iscritti ad altri partiti (Fli e Forza Nuova), stranieri senza permesso e appunto alcune di quelle persone legate all'edilizia". Nessuno di questi, ha assicurato Isabella Bertolini, "facevano parte della mia lista".

CONGRESSO? - Il prossimo passo sarà ora quello di approfondire ulteriormente uttte le tessere giunte da questi otto comuni: "Abbiamo deciso di intestarci le tessere per capire se ci sono stati tentativi di scalate esterne al partito", ha detto la Bertolini. Lunedì scorso, il Senatore Pdl Carlo Giovanardi aveva dichiarato che nella giornata di venerdì 16 marzo sarebbe concluso il lavoro di approfondimento sulle tessere modenesi: "Non credo proprio che venerdì ci incontreremo, e ad ogni modo dobbiamo prima fare il punto su questi dati - ha concluso - Poi si penserà al congresso".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza di 22 anni muore dopo il trasporto dall'Ospedale di Sassuolo a Baggiovara, aperta indagine

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Stasera su Italia1 anche Modena protagonista della puntata de "Le Iene Show"

  • Via libera all'accensione dei termosifoni. Disponibile anche il bonus per le famiglie

  • Non pagano la spesa e colpiscono i dipendenti, coppia denunciata all'Esselunga

  • Scoperto a Modena un deposito di bici rubate, si cercano i proprietari

Torna su
ModenaToday è in caricamento