Supermercato Esselunga, in consiglio Comunale l'ultimo atto della variante

Nella seduta di giovedì 16 gennaio in discussione la delibera di approvazione delle controdeduzioni e la richiesta di intesa con la Provincia

L’approvazione delle controdeduzioni alle osservazioni sulla variante urbanistica del comparto ex Consorzio Agrario – Esselunga a Modena, insieme alla richiesta di intesa con la Provincia per il via libera definitivo alla realizzazione dell’intervento di riqualificazione, è uno dei temi principali in discussione nella seduta del Consiglio comunale di Modena di giovedì 16 gennaio. L’appuntamento è alle 14.30 per l’esame di cinque interrogazioni. L’appello è in programma alle ore 16.

Le interrogazioni riguarderanno le “Modalità di attuazione del progetto ‘educare alle differenze per promuovere la cittadinanza di genere’” (Fratelli d’Italia-Popolo della famiglia), le “Riduzioni delle rette degli asili nido” (Pd), la “Cra ‘Madonnina’ e ‘Windsor park’” (Pd), la “Tipologia contratti applicati Cra ‘Villa Margherita’ e proteste dei lavoratori” (Movimento 5 stelle), la “Palestra per anziani in centro storico” (Lega Modena).

Oltre alla delibera sulla variante urbanistica, è in discussione anche il provvedimento relativo al progetto del metanodotto Snam che riguarda i territori di Modena, Formigine e Sassuolo. La variante relativa a Esselunga dovrà poi tornare in Consiglio comunale nelle prossime settimane, una volta definita l’Intesa con la Provincia.

All’ordine del giorno del Consiglio ci sono anche diverse mozioni che riguardano il “Ventennale della giornata internazionale contro la violenza sulle donne” (Pd, Sinistra per Modena, Verdi e Modena solidale) trattata congiuntamente con “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. La situazione a vent’anni di distanza dalla sua istituzione” (Fratelli d’Italia – Popolo della famiglia); il “Futuro della tratta Modena-Sassuolo (Gigetto)” (Pd, Sinistra per Modena, Verdi e Modena solidale) trattata congiuntamente con “Mobilità ciclabile” (Pd, Sinistra per Modena, Verdi e Modena solidale) e con “Prevenzione e contrasto ai furti delle biciclette, ‘anche in favore del miglioramento e dell’incremento della mobilità sostenibile’” (Pd, Sinistra per Modena, Verdi, Modena solidale e M5s); “Adesione al Patto trasversale per la scienza” (Pd, Modena solidale, Verdi e M5s); “Solidarietà a Cgil, Cisl e Fiom-Cgil di Modena” (Pd, Sinistra per Modena, Verdi); “Porte aperte alle chiese di Modena” (Pd, Modena solidale, Sinistra per Modena e Verdi).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Manovre scorrette alla guida, parte la campagna di controlli della Municipale

  • Ecco perché Benji e Fede si separano

  • Aggiornamento Coronavirus, la situazione in Emilia-Romagna. "Chi ha dubbi chiami il 118"

  • Sproloquio 2020 della Famiglia Pavironica, il testo in dialetto

  • Richiesta di concordato preventivo per la Goldoni Arbos, scatta lo sciopero

  • Auto ribaltata in via Fratelli Rosselli, disagi al traffico

Torna su
ModenaToday è in caricamento