Corteo antifascista vandalizza anche sede PD di viale Gramsci. Muzzarelli: "Ripuliremo tutto"

Il sindaco di Modena mostra indignazione innanzi a quanto avvenuto in queste ore in centro storico e oltre a promettere di ripulire prontamente il centro storico, dichiara: "Ricordo ancora una volta che è la forza delle idee a prevalere in democrazia, non la violenza, nè dei gesti nè delle parole"

Gli atti vandalici che sono terminati da poco a Modena hanno lasciato dietro di sé non solo vernice sulle vetrine e scritte sui muri, tra cui la sede del Partito Democratico di via Gramsci, ma anche le dichiarazioni dei politici, primo fra tutti il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli: "In una giornata bellissima e di grande partecipazione popolare e democratica alle iniziative per celebrare la Liberazione, un gruppo di irresponsabili e di imbecilli, in gran parte venuti da fuori Modena, ha deturpato la cittá."

Continua Muzzarelli: "Faremo ripulire i muri al più presto, ridaremo dignità ai monumenti violati e ripristineremo la funzionalità delle telecamere oscurate. Insieme alla condanna più netta per quanto avvenuto, ricordo ancora una volta che è la forza delle idee a prevalere in democrazia, non la violenza, nè dei gesti nè delle parole."

LE FOTO DEGLI ATTI VANDALICI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro alle porte di Pavullo, muore in auto un ragazzo di 19 anni

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Manovre scorrette alla guida, parte la campagna di controlli della Municipale

  • Carnevale 2020, tutti gli appuntamenti di Modena e provincia

  • Richiesta di concordato preventivo per la Goldoni Arbos, scatta lo sciopero

  • Rientrato il 29enne di Finale Emilia, ricerche sospese

Torna su
ModenaToday è in caricamento