Caso Sitta, l'ora della verità rimandata a questo fine settimana

Due giorni di "pausa di riflessione": da una parte i vertici del Pd, dall'altra l'assessore all'urbanistica il cui destino politico è appeso a un filo. Al Sindaco Pighi il compito di mediare

Daniele Sitta

Il "dentro o fuori" dell'assessore all'urbanistica Daniele Sitta è stato rimandato a questo fine settimana. Lo hanno fatto sapere i vertici del Pd di Modena in un comunicato stampa dal tono interlocutorio diffuso al termine di un incontro a tre fra i segretari provinciale e cittadino Davide Baruffi e Giuseppe Boschini e l’assessore stesso tenutosi il pomeriggio di ieri, giovedì 12 aprile, in via Scaglia: "Si è trattato di un incontro franco e leale - ha spiegato la nota - il cui risultato rimane, comunque, interlocutorio. Permangono, infatti, i problemi di fondo rappresentati nei giorni scorsi, ma, nel contempo, persiste, da entrambe le parti, la volontà di tentare di trovare una soluzione positiva. Il problema, lo si è ribadito a più riprese, non ha carattere personale, ma è più latamente legato alla gestione politica". Sono state date quindi 48 ore di tempo per intavolare le trattative del caso: se al termine di questo periodo non dovesse essere trovata la quadra, le dimissioni dell'assessore potrebbero riguardare sia il partito, sia la carica ricoperta. Su quest'ultimo aspetto, infatti, stando ad alcune voci di corridoio del Palazzo Comunale, il partitone potrebbe anche optare per sacrificare l'uomo forte Sitta (chiedendo l'abbandono della delega all'urbanistica) pur di non far saltare il tavolo delle alleanze con i partiti di sinistra. Al Sindaco Pighi la missione improba di fungere da mediatore fra le parti in causa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Contagio. Sforata quota 10mila positivi, con 800 nuovi casi. "Trend in diminuzione"

  • LE FOTO | Modena, posti di blocco ad est e ovest della città "fantasma"

  • Boato e lieve scossa di terremoto, epicentro a Cavezzo

  • Produzione ferma per troppe malattie, l'azienda prepara la denuncia poi ritratta

  • Dalla “spesa di guerra” alla “spesa di conforto”, cambiano gli acquisti da quarantena

  • Record di nuovi casi positivi a Modena. Le vittime salgono di altre 11

Torna su
ModenaToday è in caricamento