Congresso Pdl, Verdini: "Ci scusiamo con i titolari delle 180 tessere sospese"

Il commissario provinciale chiude ufficialmente la querelle: "Mi scuso con queste persone, ma non le abbiamo espulse, sono solo sospese". Disapprovazione per l'"elogio" della Bertolini

Denis Verdini

Avrebbe dovuto convocare una conferenza stampa per illustrare il lavoro svolto in qualità di commissario provinciale, ma ha preferito rendere pubblico il resoconto dei controlli sul tesseramento in sede di apertura del congresso. Denis Verdini, coordinatore nazionale Pdl e, ancora per poche ore, commissario provinciale del partito modenese, ha chiuso la querelle tessere che a lungo ha occupato le cronache locali.

TESSERAMENTO: CAPITOLO FINALE - "Abbiamo fatto tutto quello che dovevamo fare", ha spiegato Verdini rispondendo, a distanza, a Isabella Bertolini, la quale aveva lamentato scarsa trasparenza. "Abbiamo celebrato congressi in Sicilia e Calabria - ha ricordato - ma un lavoro come questo non è stato fatto da nessun'altra parte d'Italia". Alla fine, ecco un numero definitivo: nella provincia di Modena sono state sospese 180 tessere intestate a persone "sconosciute", quindi "non presentate" al partito da qualcuno già iscritto. "Mi scuso con queste persone che non potranno partecipare al congresso - ha affermato - ma non le abbiamo espulse, sono solo sospese. Abbiamo esaminato nome per nome, comune per comune - ha detto mostrando un plico contenente l'elenco degli iscritti evidenziati con colori diversi a seconda dell'"appartenenza" del socio presentatore: "Il giallo è il colore della Bertolini - ha spiegato - come potete vedere c'è in tutti i Comuni, questo congresso si svolgerà quindi nella massima trasparenza". In ogni caso, Verdini si è detto molto dispiaciuto di come sono andate le cose: "Vedo come un mio fallimento il fatto di non essere approdati alla lista unitaria, mi dispiace moltissimo di non esserci riuscito".

L'ELOGIO DEGLI ASSENTI - Proprio all'assente Isabella Bertolini, il commissario Verdini ha voluto rivolgere un elogio che ha destato nel pubblico borbottii e espressioni di evidente disapprovazione, chi scuotendo il capo e chi con eloquenti 'ma va là': "Isabella Bertolini è uno straordinario parlamentare, uno dei migliori che abbiamo in Italia, ma la sua assenza al congresso provinciale mi sembra sbagliata". "Ma quando mai, ma non esiste", ha obiettato dal pubblico l'eterno Luigi Vallini, fedelissimo del Senatore Carlo Giovanardi. Ramoscello d'ulivo per la Bertolini anche dall'"avversario" Enrico Aimi: "Nel partito c'è bisogno anche di chi non è qui al congresso oggi e da domani ci guarderà con rinnovata simpatia - ha dichiarato - Vedo tanti amici della Bertolini qui, noi non chiudiamo la porta a nessuno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Indagine sui prezzi nei supermercati: Esselunga e Coop si dividono la spesa online

  • Secchia e Panaro in piena, i ponti restano chiusi. Si contano i danni per gli allagamenti

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Niente comizio in centro per Salvini. E le "sardine" si spostano in Piazza Grande

  • Il Panaro raggiunge livelli ciritici, chiude via Emilia. La situazione della viabilità

  • Salvini arriva a Modena, Anche sotto la Ghirlandina scatta la mobilitazione delle "sardine"

Torna su
ModenaToday è in caricamento