Rinnovo della Provincia, le elezioni slittano a sabato 4 ottobre

Sindaci e consiglieri comunali saranno chiamati alle urne una settimana dopo quanto inizialmente previsto, per eleggere Presidente e Consiglio. Scelta dettata dal poco tempo a disposizione per raccogliere le firme delle liste

Le elezioni del nuovo presidente della Provincia e dei componenti del Consiglio provinciale si svolgeranno sabato 4 ottobre e non più domenica 28 settembre come indicato in precedenza. Lo ha deciso con un decreto Emilio Sabattini, presidente della Provincia di Modena, al fine di concedere alcuni giorni in più ai gruppi politici per la raccolta delle sottoscrizioni e la presentazione delle candidature. Le lezioni per legge devono svolgersi in tutta Italia entro il 12 ottobre.

Le operazioni di voto avverranno dalle ore 8 alle 20 nella sede della Provincia in viale Martiri della Libertà 34. Presidente e consiglio (che sarà composto da 12 consiglieri) sono eletti dai sindaci e dai consiglieri comunali: in tutto 697, ma il numero definitivo sarà formalizzato nei prossimi giorni sulla base delle comunicazioni dei Comuni. Sono eleggibili alla carica di presidente, i sindaci e i consiglieri provinciali uscenti, mentre sono eleggibili alla carica di consigliere provinciale i sindaci, i consiglieri comunali e i consiglieri provinciali uscenti.  

Il corpo elettorale provinciale di Modena è suddiviso in sei fasce demografiche al fine di proclamare gli eletti con il metodo del voto ponderato che assegna un peso diverso ai comuni  seconda del numero di abitanti; per ciascuna fascia, quindi, è prevista una scheda elettorale di colore diverso.     
L’elezione del presidente della Provincia avviene sulla base della presentazione di candidature, sottoscritte da almeno il 15 per cento degli aventi diritto mentre l’elezione del Consiglio provinciale avviene sulla base di liste composte da almeno sei candidati (massimo 12) e devono essere sottoscritte da almeno il cinque per cento degli aventi diritto. 

Le liste saranno presentate all'Ufficio elettorale costituito in Provincia, il 13 settembre (dalle ore 8 alle 20) e il 14 settembre dalle ore 8 alle ore 12.  In base alla legge, alle Province restano le competenze sulla viabilità e trasporti, tutela e valorizzazione dell'ambiente, edilizia scolastica e pianificazione della rete scolastica, assistenza tecnico amministrativa agli enti locali, pianificazione territoriale e pari opportunità. In settembre, inoltre, Governo e Regioni decideranno l'attribuzione agli altri enti delle funzioni che non rimarranno alle nuove Province e il Governo deve stabilire i criteri generali sui patrimoni, personale e risorse che devono essere trasferite.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Secchia e Panaro in piena, i ponti restano chiusi. Si contano i danni per gli allagamenti

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Tortellini e gnocco fritto nel cuore della City, "Bottega Modena" sbarca a Londra

  • Salvini arriva a Modena, Anche sotto la Ghirlandina scatta la mobilitazione delle "sardine"

  • Rubati i dati di 3 milioni di clienti Unicredit, preoccupazione anche Modena

  • Niente comizio in centro per Salvini. E le "sardine" si spostano in Piazza Grande

Torna su
ModenaToday è in caricamento