Ricostruzione post sisma, il nuovo decreto approda in Parlamento

Oggi a Bologna l'incontro tra il Commissario per la ricostruzione Vasco Errani e i Parlamentari dell'Emilia-Romagna per esaminare le proposte di emendamento al decreto che proroga lo stato di emergenza

Vasco Errani

Dopo aver ottenuto nelle le garanzie dal decaduto Governo Monti circa la proroga dello stato di emergenza, il futuro dell'Emilia terremotata passa ora attraverso l'iter del decreto n. 43 del 26 aprile, che proprio questa settimana approderà al Senato. In quest'ottica, il Commissario Vasco Errani ha incontrato oggi i parlamentari emiliano-romagnoli, insieme anche all’assessore regionale alle Attività produttive Giancarlo Muzzarelli e al Sottosegretario alla Presidenza Alfredo Bertelli.

Molto numerose le questione trattate, tra le quali spicca la tanto invocata deroga al patto di stabilità interno per i comuni colpiti, oltre che l’eliminazione dei vincoli alle assunzioni di personale e il riconoscimento degli straordinari per consentire alle struttura Commissariale, ai Comuni, alle Province  alle Prefetture di far fronte al rilevante carico di lavoro per il riconoscimento dei contributi e il controllo di legalità.

Dal punto di vista dei benefici per chi è stato colpito dal sisma, saranno discusse dal Parlamento molte norme, delle quali però non è possibile sapere se riusciranno o meno a trovare una copertura finanziaria tale da renderle operative. Tra queste proposte vi sono l’ammissione a contributo delle abitazioni il cui conduttore disponga di contratto di affitto anche senza residenza anagrafica; l’estensione della copertura del prestito fiscale a tutto il 2013 (e non solo fino al 30 settembre) e l’inclusione fra i beneficiari delle imprese con gravi danni al fatturato. In aggiunta si è discusso della possibilità per le società di capitali di imputare le perdite del 2012 ai 5 bilanci successivi, dell’eliminazione di ogni incertezza sulla detassazione dei contributi e dei rimborsi assicurativi e di un finanziamento aggiuntivo per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani

All'attenzione di deputati e senatori è stata posta anche la necessità  di intervenire sull'aumento dei tassi di interesse dei mutui delle case danneggiate dal sisma, con la proposta di coprire attraverso fondi pubblici il differenziale creato dalla poca sensibilità di alcuni istituti di credito e dagli errori commessi nei precedenti decreti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cinque emiliani contagiati, Bonaccini: "Stiamo valutando chiusura di nidi, scuole, impianti sportivi e musei"

  • Trema la pianura, scossa di terremoto MI 3.4 tra Modena e Reggio

  • Coronavirus. Tutte le scuole in Emilia-Romagna chiuse fino al 1 marzo

  • Due nuovi casi di contagio a Modena, ricoverati due famigliari del paziente carpigiano

  • Coronavirus, cresce il numero dei contagiati. Casi anche a Sassuolo e Maranello

  • Coronavirus, raggiunta quota 47 contagi in regione. A Modena sono 8 gli ammalati

Torna su
ModenaToday è in caricamento