Sestola: fotografa il suo voto alle europee, denunciato dai carabinieri

È stato il presidente del seggio numero 4 a scoprire un 52enne che aveva utilizzato una macchina fotografica digitale all'interno del seggio per uno scatto alla propria scheda elettorale. L'uomo rischia una sanzione da 300 a 1000 euro

Seggi

Click! È stato il rumore facilmente riconoscibile dello scatto di una macchina fotografica a insospettire gli scrutatori e il presidente di seggio. Il sospetto è diventato poi una certezza quando l'uomo che è uscito poi dal seggio è stato trovato in possesso di una piccola digitale. Tutto ciò è successo nella giornata di ieri a Sestola, comune appenninico chiamato al voto solamente per le europee: al seggio numero 4, un uomo di 52 anni è stato scoperto e denunciato dai carabinieri impegnati nel servizio di ordine pubblico per avere violato l'articolo 1 della legge 49 del 2008, ovvero la norma che vieta l'introduzione e l'utilizzo nel seggio di dispositivi capaci di fotografare la scheda, una misura introdotta per contrastare il voto di scambio che oggi deve fare i conti con un sempre più dilagante esibizionismo elettorale da social network. La macchina fotografica digitale è stata posta sotto sequestro dagli operatori dell'Arma, la scheda (di cui non si conosce la preferenza) annullata: ora, il cittadino rischia una sanzione da 300 a 1000 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Contagio. A Modena altri 14 decessi, calano gli interventi delle ambulanze

  • Meteo | Impennata improvvisa delle polveri sottili, vediamo perché

  • Coronavirus. Modena rallenta, ma si aggiungono 10 decessi

  • I numeri nei Comuni: positivi e persone in isolamento in provincia di Modena

  • Famiglia senza più soldi, dopo l'annuncio in tv la spesa arriva a casa

  • Contagio. Nuovi positivi in regione, oggi +713. Altri 88 decessi

Torna su
ModenaToday è in caricamento