L'istruttoria pubblica ai raggi x

Statuto e Regolamento sugli istituti di partecipazione regolano gli incontri: in apertura la preliminare illustrazione tecnica, poi il pubblico contradittorio, l'intervento degli esperti e la presentazione di relazioni scritte

In base all'articolo 18 dello Statuto comunale e degli articoli 4, 5, 6 e 7 del Regolamento sugli istituti di partecipazione, nei procedimenti amministrativi che riguardano la formazione di atti normativi o amministrativi di carattere generale l'adozione del provvedimento finale può essere preceduta da istruttoria pubblica. Rispetto alle normali assemblee, l'istruttoria mette in valore i contenuti, le caratteristiche e le implicazioni di una scelta amministrativa aprendo ai contributi delle realtà organizzate per costruire una soluzione alla presenza dei cittadini, che possono rivolgere domande.


Sull'indizione dell'istruttoria decide il Consiglio comunale. Può essere proposta dalla Giunta, da un quinto di consiglieri o almeno tre capigruppo del Consiglio, da due Consigli di circoscrizione o, quando ne fanno richiesta, da almeno mille persone. In quest'ultimo caso, il regolamento prevede le modalità di raccolta delle firme. La richiesta di istruttoria viene trasmessa al sindaco e al presidente del Consiglio comunale. Viene esaminata nella Conferenza dei capigruppo e iscritta all'ordine del giorno del Consiglio comunale non oltre la seconda seduta utile.


Il sindaco o un suo delegato presiede le sedute relative all'istruttoria; vengono redatti verbali sottoscritti dal segretario o da un suo delegato. L'istruttoria inizia con una preliminare illustrazione tecnica. Come prevede l'articolo 18 dello Statuto, si svolge nella forma di pubblico contraddittorio e possono partecipare, tramite un esperto, Giunta, gruppi consiliari, Circoscrizioni, associazioni, comitati, gruppi di cittadini portatori di un interesse non individuale. I presenti possono interrogare gli esperti secondo tempi e modalità fissati dal sindaco. Possono inoltre presentare relazioni scritte che vengono acquisite agli atti del procedimento.


A conclusione della seduta, il sindaco dichiara chiusa la fase dell'istruttoria e ne trasmette i risultati, assieme al parere della Giunta, al Consiglio comunale, che acquisisce i documenti come base del dibattito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavoro nero, sospesa l'attività di una pizzeria di Maranello

  • Al supermercarto con il contenitore per alimenti portato da casa, a Modena si sperimenta

  • Scappa di casa a soli 10 anni, ritrovato in stazione in piena notte

  • Licenziati due dipendenti della Polcart, i colleghi minacciano lo sciopero

  • Inceneritore e qualità dell'aria: "I rifiuti da fuori Modena inquinano come 100mila auto"

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

Torna su
ModenaToday è in caricamento