Il sindaco di Cavezzo a Radio 5.9: "Priorità resta la ricostruzione"

Il primo cittadino è intervenuto alla trasmissione radiofonica “TerraQuilia per il Benessere” in onda su Radio 5.9. Nel corso del programma di approfondimento sono stati toccati vari temi, dalla ricostruzione post sisma, passando per i temi legati allo sport e parlando anche delle recenti vicende nazionali che hanno toccato Roma Capitale

Radio 5.9, nel corso del programma “TerraQuilia per il Benessere”, ha ospitato il Sindaco di Cavezzo Lisa Luppi per fare il punto della situazione del Comune a tre anni dal sisma. Nel corso della trasmissione il primo cittadino cavezzese ha ribadito come la priorità per prossimi anni per l’Amministrazione comunale sarà sempre “quella di mettere un tetto sulla testa alle persone che l’hanno perso, dato che per noi – sottolinea Luppi – la ricostruzione è l’elemento e più importante di tutti.”

“Infatti – ha proseguito il Sindaco – un altro obiettivo, condiviso anche con l’Amministrazione regionale, è quello di far tornare nelle loro abitazioni le persone che attualmente vivono nei moduli abitativi; non dimentichiamo che a Cavezzo abbiamo ancora circa 28 nuclei famigliari che vivono in un quartiere di moduli provvisori. Parlando di numeri – continua Luppi – al momento abbiamo avuto circa una novantina di fine lavori sui cantieri, abbiamo ancora però circa 300 prenotazioni di istruttorie per quanto riguarda gli edifici ad uso abitativo. Al momento sono stati riconosciuti contributi per la ricostruzione per circa 86 mln di euro.”

Nonostante sia ancora tanto il lavoro da fare il Sindaco ci tiene a sottolineare un trend positivo, spiegando agli ascoltatori come attualmente a Cavezzo ci sia stato “un aumento della popolazione (significativamente calata dopo il terremoto) che nell’ultimo periodo ha ripreso a crescere e, anche per questo, ci auguriamo che col passare del tempo possa tornare alla normalità anche il tasso di natalità.” 

Per quanto riguarda il “rilancio del territorio” che per il Sindaco andrebbe affrontato “in un’ottica di Unione dei Comuni assieme agli altri Comuni limitrofi” le sfide principali saranno quella legate al “tema della banda larga per le imprese e a quello di uno sviluppo armonico urbanistico. Parlando nello specifico di Cavezzo – prosegue Luppi – abbiamo il tema della raccolta differenziata porta a porta, già attuata da alcuni comuni vicini e che, anche noi, dovremo arrivare a fare.” Il Sindaco ha poi voluto sottolineare l’importanza data allo sport nel suo Comune definendolo un “un argomento da sempre prioritario proprio in virtù di una linea amministrativa di grandi investimenti su questo tema – sottolineando appunto come Cavezzo abbia una ricca dotazione sportiva comprendente – tre campi da calcio, una pista d’atletica, diversi campi da tennis e, una volta a regime, un Palazzetto dello Sport (che sarà inaugurato a dicembre dopo il completamento dei lavori di efficientamento energetico ndr), una palestra scolastica, più la palestra di via Allende (che sarà inaugurata intorno alla metà del mese di novembre ndr) – ed proprio questa disponibilità di spazi ad aver fatto si che nel tempo a Cavezzo si sia radicata una – cultura dello sport molto viva e molto vivace.”

Tra le grandi novità sportive di quest’anno infatti anche la presenza in città della Terraquilia Handball Carpi, squadra disputante la massima serie nel campionato pallamanistico nazionale e vincitrice nello scorso anno della Supercoppa Italiana che, in mancanza di adeguate strutture sportive nella natia Carpi, disputerà le partire casalinghe proprio nel Palazzetto di Cavezzo. Il Sindaco Luppi ha espresso grande soddisfazione per l’arrivo di una realtà sportiva così importante augurando a tutta la squadra “il massimo successo nel Palazzetto dello Sport – con la certezza che la pallamano di Carpi avrà l’opportunità – di trovare collocazione in un ambiente già fertile da un punto di vista della cultura sportiva.”
Non è mancato infine un commento sulle recenti vicende romane che hanno visto la caduta del Sindaco Ignazio Marino che, per il Sindaco Luppi “ha cercato coraggiosamente di cambiare un sistema e, pur avendo certamente commesso errori ed ingenuità, alla fine non è stato sufficientemente sostenuto dal suo partito. Capita infatti spesso – si rammarica Luppi – che quando noi sindaci prendiamo decisioni impopolari alle volte finiamo per trovarci un po’ soli.” La puntata si è poi conclusa con l’augurio del Sindaco affinché il suo Comune possa finalmente “tornare com’era il 19 maggio 2012 e, se possibile, anche meglio.”

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Inseguimenti e speronamenti nella notte, i Carabinieri fermano tre furgoni rubati

  • Politica

    Comparti residenziali bloccati dal Comune, parte il ricorso al Tar dei costruttori

  • Cronaca

    Residenza fasulla in Italia per intascare l'assegno di disoccupazione, marito e moglie denunciati

  • Cronaca

    Quattro abusivi sgomberati da un casolare abbandonato, uno finisce in cella

I più letti della settimana

  • Motociclista perde la vita su un sentiero sterrato alle Piane di Mocogno

  • Donna scomparsa nei parcheggio del centro commerciale I Portali, ricerche in corso

  • Un giorno e una notte di rave party abusivo nella cartiera abbandonata

  • Frontale lungo via Nonantolana, auto nel fosso e conducente ferito

  • Ricette della Rezdora | I tortelli dolci di Natale al forno

  • Via Taglio, afferra per il collo un ragazzo e lo minaccia di consegnargli i soldi per la cocaina

Torna su
ModenaToday è in caricamento