Politica, Bertolini (Pdl): "Esecutivo inadeguato, serve cambio di passo"

La ledy di ferro berlusconiana figura tra i frondisti firmatari di una lettera in cui si chiede al premier una svolta: "Noi con Silvio fin dalla prima ora, ma adesso il Presidente deve farsi promotore di un nuovo Governo"

Silvio Berlusconi e Isabella Bertolini

Figura anche il nome dell'Onorevole modenese Isabella Bertolini nella lettera firmata dai "frondisti" del Pdl all'indirizzo del presidente del Consiglio dei Ministri Silvio Berlusconi: la vicepresidente dei deputati Pdl si unisce ad altri esponenti del centrodestra come Roberto Antonione, Giustina Destro
Fabio Gava, Giancarlo Pittelli, Giorgio Stracquadanio nel chiedere una "diversa fase politica" e il varo di "un nuovo esecutivo".

ESECUTIVO - "Tutti noi - scrivono i deputati frondisti - siamo stati con Lei sin dalla Sua discesa in campo, una scelta difficile che ha consentito quasi vent'anni fa di evitare che l'Italia potesse andare incontro a un destino illiberale. Della Sua opera l'Italia intera non può che esserLe grata". Da questa 'captatio benevolentiae' mirata a far ricordare la fedeltà dimostrata in tanti anni, si giunge alla richiesta di un vero e proprio cambio di passo: " Lei, come ciascuno di noi nel nostro quotidiano lavoro di deputati, è consapevole del fatto che la base di consenso parlamentare dell'attuale esecutivo è del tutto inadeguata a realizzare la difficile agenda di impegni sottoscritti di fronte alle istituzioni sovranazionali europee, al Parlamento e al popolo italiano. Lei, come ciascuno di noi, è consapevole del fatto che l'attuale esecutivo è inadeguato al difficile compito, anche a ragione delle insanabili divisioni strategiche che lo attraversano. Per questi motivi Le chiediamo di assumere una iniziativa adeguata alla situazione.

FASE NUOVA - Infine, l'esortazione a farsi promotore di un nuovo governo "che abbia il compito, da qui alla fine della legislatura, di realizzare l'agenda degli impegni sottoscritta con i partner europei e con essa le indicazioni venute all'Italia dalla Banca centrale europea da Lei opportunamente interpellata la scorsa estate. Siamo convinti che, così facendo, potrà rispettare il mandato elettorale, gli impegni assunti con l'Europa e portare l'Italia fuori dalla crisi del debito. Come in altri momenti decisivi della Sua storia politica, Lei ha l'occasione di agire da uomo di Stato quale noi siamo convinti che Lei sia. Agisca subito, nelle prossime ore. Unisca il Paese in un impegno straordinario all'altezza dei problemi. In quel caso, e solo in quel caso, noi la sosterremo con la determinazione e l'abnegazione di sempre".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo | Nevicate fino a quote basse, in arrivo la nuova perturbazione

  • Trova un portafogli al Novi Sad e lo restituisce, ricompensata con una cesta natalizia

  • Svaligiato un agriturismo a Nonantola, le attrezzatture ritrovate in vendita in un negozio di Castelnuovo

  • Furto in casa a Vignola, setacciati i "compro oro" e denunciata una ragazza

  • Meteo | Un venerdì difficile tra pioggia, neve e rischio gelicidio

  • Neve su tutta la provincia, viabilità a rilento. Spargisale sulle strade provinciali

Torna su
ModenaToday è in caricamento