Rifiuti: Largo San Francesco? Ancora una discarica e cielo aperto

Continuamente ko a causa dei frequenti guasti, l'impianto meccanicizzato dell'isola ecologica Hera costato 300mila euro continua a deturpare un angolo vitale del centro storico modenese

Largo San Francesco

"Ancora una volta cercare di meccanizzare la raccolta differenziata dei rifiuti si dimostra un affare fallimentare". Questa l'opinione di Vittorio Ballestrazzi, capogruppo Modenacinquestelle.it alla luce di quanto sta accadendo all'isola ecologica Hera ospitata in largo San Francesco. Inaugurata a settembre 2011, finora ha inanellato una lunga serie di fallimenti tra degrado, sporcizia dell'area circostante e, ultimo ma non ultimo, un guasto che ha costretto la multiutility a ricorrere all'utilizzo di bidoni sostitutivi: "Per l'impianto meccanizzato di piazzale San Francesco - ha ricordato il consigliere comunale - Hera ha speso più di 300mila euro. Si è guastato in un anno almeno cinque volte, per la neve si è ghiacciato e adesso ha addirittura danneggiato il piazzale costringendo Hera a trasformare il piazzale San Francesco in una discarica a cielo aperto come si vede dalla fotografia scattata nel pomeriggio di martedì 5 giugno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cinque emiliani contagiati, Bonaccini: "Stiamo valutando chiusura di nidi, scuole, impianti sportivi e musei"

  • Trema la pianura, scossa di terremoto MI 3.4 tra Modena e Reggio

  • Coronavirus. Tutte le scuole in Emilia-Romagna chiuse fino al 1 marzo

  • Due nuovi casi di contagio a Modena, ricoverati due famigliari del paziente carpigiano

  • Aggiornamento Coronavirus, la situazione in Emilia-Romagna. "Chi ha dubbi chiami il 118"

  • Coronavirus, raggiunta quota 47 contagi in regione. A Modena sono 8 gli ammalati

Torna su
ModenaToday è in caricamento