Margherita Saltini di Forza Italia Giovani Modena eletta prima donna italiana nel Demyc

Si è concluso a Podgorica (Montenegro) il congresso del Demyc (Democrat Youth Community of Europe), l'organizzazione giovanile europea dei conservatori e cristiano-democratici attiva dal 1964. Nel nuovo Board è stata eletta come Segretario generale Margherita Saltini, 28 anni di Modena, delegata di Forza Italia Giovani. Saltini è la prima donna italiana in questo organo, che racchiude 60 organizzazioni provenienti da 35 Paesi europei, oltre a quelli di vicinato (eletti come Vice-Presidenti fra gli altri i delegati provenienti da Armenia, Israele, Kurdistan iracheno e Marocco).

Presenti anche gli italiani Marco Gombacci (Vice-Presidente uscente), Carlo De Romanis (Vice-Presidente dell'Internazionale giovanile di centro-destra) e Virgilio Falco (Presidente del movimento studentesco del Ppe). Confermato come Presidente lo spagnolo Javier Jurtado Mira, delegato giovanile Partido Popular.

"Forza Italia Giovani di Modena - afferma la coordinatrice provinciale Valentina Mazzacurati - è orgogliosa dell'elezione di Margherita Saltini nel nuovo Board. Sapere che un 'pezzo' del movimento locale sarà segretario generale del Demyc lavorando e portando la voce dell'Italia nei dibattiti europei è un'iniezione d'entusiasmo per chi quotidianamente lavora sul territorio per contribuire a migliorare, non solo il nostro Paese, ma anche le politiche comunitarie"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al parco Amendola, si allontana dalla casa di riposo e annega nel lago

  • Fermata e denunciata per guida in stato di ebbrezza, chiama la sorella ma è alticcia pure lei

  • Al supermercarto con il contenitore per alimenti portato da casa, a Modena si sperimenta

  • Assalto armato al portavalori, guardie rapinate all'uscita del Grandemilia

  • Rapina all'Eurospin, all'ospedale un dipendente colpito con un fucile

  • Inceneritore e qualità dell'aria: "I rifiuti da fuori Modena inquinano come 100mila auto"

Torna su
ModenaToday è in caricamento