sabato, 20 dicembre 6℃

Comunicato stampa

Vittorio Agnoletto presenta il libro "L'eclisse della democrazia"

Comunicato -  
Redazione 26 settembre 2011

Martedì 27 settembre alle ore 20.45 presso la sala "Giacomo Ulivi" dell'Istituto Storico di Modena in viale Ciro Menotti 137, si terrà la presentazione del libro "L'eclisse della democrazia" di Vittorio Agnoletto. Dialogherà con l'autore e presenterà il volume Fausto Gianelli, avvocato modenese e difensore per conto del Genoa Legal Forum di molti ragazzi che hanno subito le violenze delle forze dell'ordine. L'iniziativa è promossa dalla segreteria provinciale di Rifondazione Comunista, che nel decennale del G8 di Genova ha voluto invitare uno dei protagonisti di quelle giornate, oltre che uno dei principali protagonisti del movimento contro la globalizzazione.

Vittorio Agnoletto è stato presidente nazionale della Lila (Lega Italiana Lotta all'Aids), portavoce del Genoa Social Forum e coordinatore delle manifestazioni al G8 del luglio 2001, parlamentare europeo per Rifondazione Comunista.

In questo periodo di crisi economica le motivazioni della contestazioni alla globalizzazione neoliberista del G8 di Genova sono di forte attualità. A Genova si parlava di un prossimo crac della finanza globale, del collasso climatico del pianeta, delle guerre come frutto naturale del sistema neoliberista. Scenari che si sono puntualmente avverati. Nel libro di Agnoletto si racconta il volto autentico del G8 di Genova: un tracollo dei valori democratici, ma anche una proposta culturale e politica che resta ancora oggi attuale.

Nel volume si portano alla luce i tentativi di bloccare le inchieste e di condizionare i testimoni. Si raccontano gli arresti di 93 persone sulla base di false prove, i pestaggi alla scuola "Diaz" e la pratica della tortura eseguita nella caserma di Bolzaneto. Il libro racconta anche le verità nascoste del G8 di Genova, con le inchieste della magistratura che hanno portato alla condanna di decine di agenti delle forze dell'ordine, inclusi i massimi vertici della polizia di stato e dei servizi segreti. Eppure tutti i condannati sono rimasti al loro posto, con l'avallo dell'intero arco politico parlamentare.

Nel luglio 2001 a Genova si è aperta una delle pagine più buie della nostra storia repubblicana, che Amnesty International ha definito "una violazione dei diritti umani di proporzioni mai viste in Europa nella storia recente". Questo libro getta un fascio di luce su quelle giornate, le cui conseguenze arrivano ai giorni nostri e svela alcuni retroscena inediti, come i tentativi di fermare e condizionare i processi alle forze dell'ordine.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

Vittorio Agnoletto
Ciro Menotti